DichiarazioniFormula 1

Carlos Sainz ha speranze di vincere il Mondiale nel 2023?

Il pilota riconosce di dover andar bene fin dalla prima gara se vuole avere speranze per il Mondiale

Carlos Sainz non può più permettersi di inizare la stagione con risultati mediocri. Per concorrere per il titolo non deve più commettere errori

La stagione di Sainz non è iniziata nel migliore dei modi nel 2022. Dopo un lento inizio del Campionato, il pilota stesso ha ammesso che essere in lotta fin dal primo Gran Premio da più speranze di concorrere per il titolo mondiale.

Il confronto è soprattutto con il suo compagno di squadra, Charles Leclerc, che ha gareggiato con Max Verstappen per le vittorie fin dalle prime gare della stagione. Al loro confronto, Sainz è rimasto indietro, certamente non aiutato dalle sconfitte consecutive in Australia e Imola.

L’unico momento in cui sembrava aver colmato brevemente il divario nella lotta per il campionato è stato sopo la sua prima vittoria a Silverstone. Tuttavia, anche allora la battaglia era per il secondo, posto mentre Max Verstappen stava già correndo via con il titolo.

Una serie di insuccessi e stata decisiva

Sainz, nonostante nel corso della stagione avesse iniziato a sentirsi molto più a suo agio con la sua Ferrari nel corso della stagione, è sceso poi al quinto posto in classifica.

A determinare questa caduta sono stati soprattutto i ritiri in Giappone e in America.
In Giappone il pilota è finito fuori pista a causa della pioggia, mentre ad Austin è stato travolto da George Russell.

Penso che ad Austin sarei stato molto forte senza l’incidente con George. Quel fine settimana avevo un ottimo passo in qualifica e in gara, penso che avremmo potuto vincere con il passo che avevamo ma è andata così“, ha dichiarato Sainz.

Questo mostra anche la mia sfortuna quest’anno. Molto forte ad Austin, molto forte in Brasile, ma ad Austin sono stato escluso dalla gara da George e in Brasile ho subito una penalità in griglia. Ecco perché non vedevo l’ora che la stagione finisse“.

Sainz riflette sugli aspetti positivi

Ma, determinato a vedere il lato positivo, lo spagnolo afferma che prenderà i progressi fatti nella seconda metà del campionato e li userà come trampolino di lancio per un buon inizio del 2023.

Prenderò gli aspetti positivi della seconda metà per assicurarmi di essere nella lotta il prossimo anno dall’inizio“, ha aggiunto.

Ma se quest’anno riuscirà o meno a puntare al titolo sarà in gran parte determinato dalla Ferrari e da quanti progressi saranno in grado di fare.

La scorsa stagione, nonostante la vittoria in gara per la prima volta dal 2019, la campagna della Scuderia è esplosa quando i problemi di affidabilità e gli errori di strategia sono stati al centro dell’attenzione..

Molto semplicemente”, ha detto Sainz, “Red Bull era un pacchetto più forte insieme a Max e dobbiamo recuperare un po’ e superarli se vogliamo batterli.

Penso che sia il nostro primo anno di nuovo nella lotta per il Campionato, quindi ci sono ancora cose che dobbiamo imparare mentre la Red Bull è stata lì con Max nelle ultime due stagioni. Siamo un po’ nuovi in ​​​​questo e abbiamo imparato molto da questo“, ha concluso Sainz.

Silvia Gentile

Sono Silvia, vengo da Torino e sono laureata in Discipline della Arti, della Musica e dello Spettacolo. L'amore per la Formula 1 è nato solo qualche anno fa, in maniera improvvisa e inaspettata, ma da allora uno dei miei desideri è quello di raccontarne le vicende e i protagonisti a chiunque abbia voglia di ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button