DichiarazioniFormula 1

Brawn: “Speriamo di correre almeno 18 gare”

Il boss della Formula 1 ha affermato che c’è la possibilità di correre un discreto numero di gare nel caso si riuscisse a ricominciare a luglio

Il boss della Formula 1 Ross Brawn ha dichiarato che la stagione partirà probabilmente in Europa, anche se con ogni probabilità a porte chiuse.

Qualche giorno fa è stato ufficialmente rimandato anche il Gran Premio del Canada, l’ultimo di una lunga serie. Ross Brawn si è detto comunque fiducioso sul fatto che, nonostante tutto, si riesca a creare un calendario di almeno 18-19 gare.

Ovviamente i viaggi per i team e tutte le persone coinvolte resta uno dei maggiori problemi“, ha spiegato Ross Brawmn a Sky Sport F1. “La nostra opinione è che un inizio in Europa sarebbe meglio per tutti, così come il correre a porte chiuse. In questo modo l’intero ambiente sarebbe chiuso, i team possono arrivare lì coi loro charter, li conduciamo direttamente al circuito, ci assicuriamo che tutti abbiano fatto il tampone e stiano bene e non correremo alcun rischio“.

Correre a porte chiuse non è il massimo, però sempre meglio che non avere gare. Non dobbiamo dimenticare che milioni di persone seguono il nostro sport seduti a casa, molti di loro sono in isolamento e abbiamo la possibilità di intrattenerli, che in questo periodo di crisi sarebbe una bella cosa. Non vogliamo mettere a rischio nessuno. Stiamo valutando l’organizzazione per partire il prima possibile, ma anche mantenere il tutto attivo. Non ha senso cominciare e poi fermarsi di nuovo“.

3 GARE DI FILA E UN WEEKEND  DI PAUSA

Ross Brawn ha poi chiarito che c’è anche un numero di gare minimo per regolamento, e che nello scenario peggiore la stagione potrebbe avere inizio ad ottobre. La speranza è però che si possa ricominciare a correre molto prima.

8 gare sono il minimo richiesto per un Mondiale di F1 con lo status FIA. Partendo ad ottobre possiamo farcela, quello è il punto di non ritorno. C’è però anche la possibilità di correre pure il prossimo anno, anche se vorremmo finire nel 2020. Va analizzato tutto, terminare a gennaio 2021 comporta complicazioni, come potete immaginare“.

Se fossimo in grado di iniziare a luglio, penso che 19 gare si possano fare, 3 di fila e poi un weekend di pausa. Va pensata la logistica, ma in testa abbiamo l’idea che siano 18 o 19 almeno“, ha concluso Ross Brawn.

Topics
Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close