DichiarazioniFormula 1

Brawn: “Discuteremo il limite del budget”

A seguito dell’aumento dell’inflazione, i capi della Formula 1 si riuniranno per discutere il budget cap

Ross Brawn ha annunciato una discussione sul limite del budget a seguito dell’aumento dell’inflazione

Il costo della vita aumenta giorno dopo giorno e anche il mondo della Formula 1 deve farne i conti. Infatti, la Massima serie non è esente dalla crescente crisi e per questo motivo Ross Brawn ha annunciato una riunione con la Commissione per discutere il limite del budget. Ad anticipare la questione è stato il team principal della Red Bull che già il mese scorso ha chiesto di rivisionare urgentemente il budget di 140 milioni di dollari per ogni team.

L’aumento dell’inflazione e dei costi energetici ha messo a dura prova le squadre, che hanno dovuto affrontare maggiori spese per i trasporti. In particolare, Horner ha sottolineato quando sia costato il trasporto aereo delle merci per il GP del Bahrain rispetto allo scorso anno. Brawn ha riconosciuto la difficile situazione e ha deciso di discuterne insieme nella riunione di martedì.

“L’aumento dell’inflazione deve essere rivisto” – ha spiegato a Motorsport – “Quando queste regole sono state pensate, l’inflazione era relativamente bassa e prevedibile. Ora, invece, è alta e imprevedibile. Se guardi ai tassi di inflazione che si applicano alle imprese industriali come un team di Formula 1 sono piuttosti alti. Hai potere, hai materie prime, hai tutte cose che al momento sono piuttosto costose. Arriveremo ad una soluzione”.

IL PENSIERO DEI TEAM PRINCIPAL

Andreas Seidl, sostenitore del budget cap, comprende le difficiltà del momento e pensa sia necessario fare qualcosa. La McLaren manterrebbe un vantaggio proteggendo il limite del budget, ma in situazioni come queste i team sanno essere aperti al dialogo per apportare eventuali novità.

“Ci troviamo ad afforntare una discussione specifica al momento. Quando accadono queste cose inaspetatte durante la stagione bisogna usare il buon senso. Bisogna cercare un modo per affrontare la situazione e trovare una soluzione”, ha detto Brawn.

Tuttavia, non sarà così semplice mettere d’accordo tutte le squadre. Infatti, l’Alfa Romeo ha già ammesso di essere contraria all’aumento del tetto massimo per questa stagione, ma che è aperta a discuterne per il 2023. Vasseur crede che la Formula 1 non possa cambiare le regole solo perché una o due squadre non sono contente. “Non puoi cambiare i regolamenti ogni singolo fine settimana perché una squadra vuole spendere di più per lo sviluppo o perché vogliono avere soldi in più per questo o per quello o per altro”, ha concluso.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio