DichiarazioniFormula 1

Binotto: “Nuovo motore per la Ferrari nel 2021”

La scuderia di Maranello sta lavorando a un nuovo motore in grado di migliorare le prestazioni della SF1000

Binotto annuncia l’arrivo di un nuovo motore in Ferrari per la stagione del 2021, i passi avanti sembrano positivi

Mattia Binotto ha confermato l’arrivo di un nuovo motore nella scuderia di Maranello per l’inizio del prossimo anno. Si prospetta un futuro quanto meno prospero per il team italiano, che ultimamente possiede un propulsione poco competitivo rispetto a quelli rivali. Si è passati dalla lotta per la vittoria nel 2019 alla lotta per i punti nel 2020, ma si può fare di meglio e ritornare sul primo gradino del podio.

Il passo indietro della casa di Maranello è imputabile all’accordo privato raggiunto con la FIA, che li ha costretti a competere con un motore meno potente rispetto a quello previsto dall’aerodinamica della monoposto. Il regolamento tecnico non cambierà nel 2021 – le modifiche sono previste per il 2022 – ma il responsabile della scuderia ha spiegato che stanno lavorando sia sull’aerodinamica, concentrandosi sulla parte posteriore della vettura.

L’obiettivo è quello di migliorare i punti deboli delle vetture, per garantire dei risultati soddisfacenti. È difficile pensare che gli italiani possano, almeno al momento, tornare subito ai risultati degli anni precedenti, ma le modifiche che stanno apportando dovrebbero essere sufficienti per ridurre lo svantaggio della SF1000.

Innanzitutto, il motore sarà completamente nuovo. Al momento è ancora sul banco di prova. Ci sono alcuni cambiamenti a livello di aerodinamica, soprattutto nella parte posteriore della vettura” ha dichiarato Binotto quando gli hanno chiesto cosa ci si possa aspettare dalla Ferrari. Ha aggiunto inoltre: “In casa la squadra è molto unita. Tutti lavorano davvero duramente per raggiungere degli obiettivi difficili. È importante comprendere i nostri problemi. Abbiamo portato alcuni pezzi al Nürburgring per capire se la direzione verso la quale stiamo sviluppando la monoposto è quella giusta”. 

NUOVI ACCORDI?

Binotto ha anche dichiarato che al momento la scuderia non sta valutando la possibilità fornire i propri motori alla Red Bull, dopo la notizia che la Honda uscirà fuori dal Gran Premio a partire dal 2022. Per il momento è una possibilità, ma tutto è ancora da vedere poiché le incertezze sono molte e non si sa ancora cosa potrebbe succedere il prossimo anno. A questo proposito ha detto: “È qualcosa che non stiamo affatto considerando. Non pensiamo di fornire i nostri propulsori alla Red Bull. Si tratta di qualcosa su cui dovremmo preoccuparci, ma non siamo i soli a dover fare la loro parte”.

Federica Montalbano

 

Federica Montalbano

Sono Federica, una ragazza palermitana con la passione per la scrittura e lo sport. Mi definisco una persona timida ma con tanta voglia di condividere le proprie idee, sempre alla ricerca di nuove avventure e nuove persone con cui lavorare in team. Qui, il mio amore per il Motorsport prende vita attraverso gli articoli, permettendomi di seguire insieme a voi tutto quello che succede nel mondo della Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.