DichiarazioniFormula 1

Binotto: “Nel 2021 la griglia non cambierà molto”

Il team principal della Scuderia Ferrari è convinto che, nonostante i nuovi regolamenti in arrivo, la griglia di partenza non varierà drasticamente

Mattia Binotto torna a discutere dei nuovi regolamenti in arrivo per la stagione 2021 dichiarando che poco cambierà dal punto di vista delle posizioni in classifica

Nuove regole sportive, tecniche e finanziarie saranno introdotte in Formula 1 a partire dal 2021 nel tentativo di rendere il campionato più competitivo, spettacolare e più stabile dal punto di vista finanziario. Dunque, oltre a una profonda revisione aerodinamica delle monoposto, volta a favorire il numero di sorpassi, i principali cambiamenti riguarderanno il lato economico. Tuttavia, secondo Mattia Binotto, poco o nulla cambierà.

In particolare, Liberty Media ha imposto un nuovo budget cap, fissato a 175 milioni, cosicché il divario tra i tre team maggiori, Mercedes, Ferrari e Red Bull, e le squadre di medio/bassa classifica sia più contenuto rispetto alle ultime stagioni. Il team principal della scuderia di Maranello è però convinto che questa strategia non funzionerà e che nel 2021 le posizioni in griglia di partenza resteranno pressoché invariate.

PRONTI A SPENDERE PER TORNARE A VINCERE

“Queste nuove regole forniranno stabilità alla Formula 1 per i prossimi cinque anni, ma penso che nel 2021 i team con più risorse avranno ancora un forte vantaggio competitivo rispetto alle altre squadre”, ha affermato l’ingegnere italiano in un’intervista a La Gazzetta dello Sport. La Scuderia Ferrari, infatti, ha già annunciato che le spese in Ricerca & Sviluppo aumenteranno considerevolmente per tornare a vincere durante la prossima stagione.

Nel 2021, lo scenario non sarà poi molto diverso da quello che abbiamo oggi. Certamente i nuovi regolamenti sono progettati in modo tale da ridurre notevolmente il grado di libertà negli sviluppi rispetto a oggi, ma ci vorrà ancora del tempo. Sono abbastanza convinto che arriveremo al massimo delle prestazioni abbastanza presto. Entro tre anni dall’introduzione del nuovo regolamento, il divario di prestazioni sarò considerevolmente ridotto”.

“Per farla breve, credo che l’obiettivo di livellare la griglia di partenza, fissato da Liberty Media, si possa raggiungere, ma ci vorrà del tempo, non accadrà immediatamente”.

Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button