DichiarazioniFormula 1

Ferrari corregge il regolamento 2021

Binotto ha dichiarato che un’evoluzione delle normative è da sempre prevista in Formula 1

Il Team Principal Ferrari ha parlato dei regolamenti del 2021 ed è consapevole di come, partendo da un foglio immacolato, sia facile che le squadre siano chiamate a modificare le diverse normative nel corso del tempo

Il TP Ferrari Mattia Binotto ha assicurato che i regolamenti del 2021, nuova Era per la classe regina del Motorsport, sono ben lungi dall’essere definitivi. Sebbene infatti siano stati approvati, questi dovranno senza dubbio subire ulteriori modifiche da parte dei team nel corso della progettazione delle nuove monoposto.

Certo che il tempo svelerà i punti deboli del nuovo regolamento, Binotto ha parlato del 2021 e della fiducia nel lavoro Ferrari: “Credo che i nostri sforzi siano stati ripagati; nel senso che, come punto di partenza, molte cose che non abbiamo voluto non ci saranno. Perché dico che le regole sono come un punto di partenza? Perché è così che è scritto su un foglio bianco” – ha dichiarato Binotto in un’intervista per Motorsport.com, come riporta soymotor.com.

IL NUMERO DEGLI ERRORI È POTENZIALMENTE ALTO”

Dunque, quello che abbiamo di fronte è a tutti gli effetti un regolamento provvisorio, un foglio bianco ancora da scrivere. Lo stesso Binotto la vede in questo modo: “Immagino che, partendo da un foglio di carta bianco, il numero di errori che si possono commettere quando si scrivono le regole sia potenzialmente alto. Lo capiremo tutti insieme mentre svilupperemo i progetti delle auto” – ha aggiunto. “Ora che tutti i team hanno iniziato a studiare la macchina, dopo aver letto le regole in profondità, usciranno i loro punti deboli. Pertanto, spero che i gruppi di lavoro lavorino al massimo quando effettuano le correzioni. E’ normale che sia così” – ha insistito.

Binotto sostiene che la modifica di un regolamento sia la prassi in Formula 1, un qualcosa che viene affrontato ogni stagione.
Il regolamento esiste da anni e, nonostante ciò, viene modificato ogni anno nella sua formulazione per renderlo ancora più chiaro. E, nonostante ciò, abbiamo ancora bisogno di 45 direttive tecniche FIA ​​all’anno per renderlo ancora più chiaro” – ha ricordato l’italiano.

FERRARI: IL SISTEMA FRENANTE NON SARÀ STANDARDIZZATO

Mattia Binotto ha inoltre assicurato che, a differenza di quanto si credeva fino a poco tempo fa, grazie alla richiesta Ferrari a Liberty Media, ci sarà una riduzione del numero di pezzi standard utilizzabili dalle squadre, tra cui il sistema frenante. Questo e la cassa del cambio dovranno quindi essere prodotte da ogni team separatamente.

Siamo stati molto attivi nel cercare di raggiungere quel punto di partenza delle regole. Ad esempio, eravamo contrari alla standardizzazione di molti pezzi e, fortunatamente, le modifiche non saranno più uniche, come da premessa iniziale, e il sistema frenante non sarà standard” – ha poi concluso Binotto.

Pubblicità

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, sono laureata in Lingue e attualmente studentessa magistrale di Linguistica applicata nella capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button