DichiarazioniFormula 1

Binotto: “La Ferrari ha la migliore coppia di piloti”

Il team principal della Scuderia di Maranello ha tessuto le lodi di Leclerc e Sainz, che hanno ben impressionato fino a questo momento

La Ferrari è arrivata alla pausa estiva al terzo posto nella classifica costruttori

Superata la prima metà del campionato in casa Ferrari il bicchiere è certamente mezzo pieno. In quello che logicamente doveva essere un anno di transizione, in attesa del cambio regolamentare previsto nel 2022, il Cavallino è comunque riuscito a migliorare in modo tangibile le proprie performance rispetto al 2020.

I progressi sono stati significativi, e hanno permesso alla Ferrari di essere la mina vagante della griglia di partenza. Capace di battagliare con McLaren per il ruolo di “prima degli altri”, ma anche di poter sognare il grande exploit, come è capitato a Leclerc con la Pole di Monaco e l’impresa sfiorata sul circuito di Silverstone. Due circuiti dalle caratteristiche completamente differenti, e in cui la Rossa ha fatto vedere le cose migliori.

Tutti buoni motivi per giustificare la gioia di Mattia Binotto, che in un’intervista rilasciata al sito ufficiale della Formula 1 ha tessuto le lodi dei suoi piloti. A suo avviso, quella formata da Sainz e Leclerc, sarebbe la coppia migliore tra le dieci presenti nel paddock. I due, tra l’altro, classifica alla mano, sono praticamente appaiati. E anche per questo sembra che nel box Ferrari la tradizione distinzione tra guida e seconda guida stia ormai lentamente sfumando.

CONTRIBUTO DECISIVO PER LA CLASSIFICA COSTRUTTORI

“Sono molto felice per diverse ragioni. Prima di tutto sono convinto che la Ferrari, in questo momento, abbia la migliore coppia di tutto il paddock. Charles è davvero fantastico, un pilota molto talentuoso, ma che continua sempre a migliorarsi. Ha già sfiorato la vittoria quest’anno, sia a Monaco che a Silverstone, e speriamo che possa avere altre occasioni dopo la pausa estiva”, ha detto Binotto.

“Poi c’è Carlos, che si è integrato molto bene col resto del gruppo. Si è migliorato gara dopo gara ed è ormai un punto di riferimento all’interno del team. Lui si fida degli ingegneri, e gli ingegneri si fidano di lui. Avere un pilota così veloce come compagno è uno stimolo anche per Leclerc. Il fatto che senza la penalizzazione di Vettel avrebbero avuto 80 punti a testa dimostra quanto sia cruciale avere due piloti costanti e affidabili per la classifica costruttori. Guardando avanti, penso che i nostri ragazzi ci daranno grosse soddisfazioni“, ha concluso il team principal della Ferrari.

 

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.