DichiarazioniFormula 1

Binotto ammette che “hanno lasciato vincere” Vettel a Singapore

Il Team Principal della Ferrari crede che fosse il momento giusto per far vincere il tedesco, e inoltre rivela che quest’ultimo ha sofferto molto con la SF90 per la sua “instabilità in frenata”

Il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto, ammette di aver permesso a Sebastian Vettel di vincere nell’ultimo Gran Premio di Singapore, grazie alla strategia che ha permesso al tedesco di battere il suo compagno di squadra Charles Leclerc

Quel fine settimana, il monegasco ottenne la pole position e guidò la gara al comando fino a quando, grazie a una rischiosa strategia della Ferrari, Vettel ottenne la prima posizione, anche se l’obiettivo principale era quello di stare davanti a Lewis Hamilton. Pochi mesi dopo, e con il tedesco ancora in attesa del suo futuro – Charles Leclerc è già stato ufficialmente rinnovato -, Mattia Binotto ha confessato che hanno lasciato vincere il Campione del Mondo per cercare di recuperare la sua autostima.

SECONDO BINOTTO IL TEDESCO HA SAPUTO REAGIRE, NONOSTANTE LE MOLTE PRESSIONI SUBITE

“Nella prima parte della stagione Seb ha subito molte pressioni, ma penso che abbia reagito molto bene nella seconda parte. La vittoria a Singapore è stata la chiave per lui, non solo per la vittoria stessa, ma anche per la fiducia nella squadra. Sapevo di poter contare sull’aiuto della squadra, se necessario. Penso che sia stata la decisione giusta e il momento giusto per fargli ottenere una vittoria”, ha così affermato Binotto, secondo il sito web statunitense di Motorsport.com.

Per quanto riguarda i problemi di Sebastian Vettel nelle prime gare dell’anno, Mattia Binotto sottolinea che era “a disagio” con la monoposto, soprattutto a causa della sua “instabilità in frenata”. Naturalmente ha evidenziato il suo passo avanti nella seconda parte della stagione. “Quando ha avuto molta sintonia con la vettura, penso che sia stato molto veloce, e se si guarda il suo ritmo di gara, è stato molto simile a quello di Charles, che è stato più veloce in qualifica. Perciò ha saputo reagire a una prima parte di stagione non facile” , ha così concluso il Team Principal della Ferrari.

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close