Formula 1Mercato Piloti F1

Gasly: possibile un futuro in Mercedes?

Gasly parla dopo la presentazione della nuova monoposto al prossimo futuro, dato il contratto in scadenza

Gasly in Mercedes è possibile?

Pierre Gasly ha rivelato che sono già in corso trattative per estendere il suo accordo con Alpine mentre la nuova stagione di F1 entra nel vivo mentre Mercedes presenta ora un posto vacante.
Il passaggio a sorpresa di Lewis Hamilton alla Ferrari sembra essere probabilmente il primo domino a cadere in quello che potrebbe portare un gran numero di piloti a cambiare squadra prima del 2025.
Ma Gasly, il cui contratto scade nel 2024, ha lasciato intendere che sono già iniziati i colloqui per prolungare la sua permanenza a Enstone.
Gasly ha parlato dopo il lancio della Alpine del 2024, l’A524, e ha detto che la mossa di Hamilton è stata quella che cambia le “dinamiche del mercato dei piloti”.

“È stato inaspettato per la maggior parte delle persone”, ha detto. “Ovviamente cambia leggermente le dinamiche del mercato piloti e di tutta la stagione”.
“Ovviamente ho iniziato con Alpine l’anno scorso. Conosco il progetto a cui sto lavorando. Il mio contratto scadrà a fine anno e ovviamente ci sono conversazioni in corso”.

“Penso che la situazione sia abbastanza chiara, ma al momento voglio solo vedere di cosa è capace questa vettura. Alla fine il mio obiettivo è lottare nelle prime posizioni. Credo che sia possibile con Alpine. Ho 28 anni, esperienza, sono nel fiore degli anni ed è per questo che lavoro duramente”.
“Voglio lottare per le vittorie, per i podi ed essere lassù”. Gasly, che ha compiuto 28 anni il giorno del lancio, ha anche suggerito che i colloqui con i vertici fossero in corso, sia lui che il compagno di squadra Esteban Ocon avrebbero rescisso il contratto alla fine di quest’anno.

“È un processo in corso e abbiamo avuto conversazioni”, ha detto il francese.
“Penso che comincerà a impazzire dopo un paio di gare se mi fossilizzassi su quello”. Ovviamente come pilota, ho il mio team per fare questo tipo di lavoro. Mi sto concentrando su quello che devo fare come pilota perché alla fine è quello che voglio fare. Voglio esibirmi, voglio dare il massimo, voglio fare del mio meglio per la squadra.
“500 persone hanno lavorato giorno e notte per migliorare la vettura e poi il mio compito è portarla più in alto possibile sulla griglia, quindi è ciò su cui mi concentro.”

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio