DichiarazioniFormula 1

Alpine, la monoposto del 2023 pronta a sorprendere

Stagione ormai alle porte, a parlare della monoposto francese è Matt Harman, direttore tecnico della scuderia

Manca poco allo scadere del termine ormai. Con le presentazioni delle nuove monoposto di Formula 1 iniziano a trapelare anche alcuni indizi in merito, difatti questa è la volta di Alpine con il suo direttore tecnico, Matt Harman.

La stagione 2022 dell’Alpine può definirsi piuttosto soddisfacente a livello di prestazioni, con una monoposto in grado di sorprendere anche Hamilton nei rettilinei. Tuttavia, ogni anno la Formula 1 si mostra pronta a cambiare le carte in regola per rivoluzionare uno sport sempre più complesso. Nuovi regolamenti significa anche nuove difficoltà da affrontare nella costruzione di una monoposto, tuttavia stando alle parole di Matt Harman, direttore tecnico Alpine, questo potrebbe essere l’anno migliore per la scuderia.

“Ci aspettiamo numerosi cambiamenti nell’ottica dell’aerodinamica, la definirei una macchina piuttosto evoluzionaria. Lo deve essere per molte ragioni, la prima è per quanto riguarda il budget cap, ma stiamo arrivando al limite. Inoltre stiamo cambiando tanto quelle che sono le proporzioni della macchina, senza distoglierci troppo dal nostro concetto di aerodinamica. Ma credo che quest’anno la monoposto Alpine abbia molto potenziale. Parlando della monoposto, Matt Harman spiega di come l’intero reparto abbia lavorato per cercare di risolvere i problemi di affidabilità, costati cari al due volte campione del mondo, Fernando Alonso.

In seguito il direttore tecnico del team , prosegue l’intervista, parlando di quelle che sono le caratteristiche che hanno subito maggiore variazione in questo processo di trasformazione. “Stiamo ancora valutando alcune opzioni per la parte posteriore della monoposto. Ci sono ancora molte possibilità per lo sviluppo di questa monoposto. Grazie ai cambiamenti che abbiamo effettuato , abbiamo riscontrato numerosi miglioramenti in merito alla performance. Siamo certi che entro il termine riusciremo a massimizzare tutte le nostre risorse. Quando avrete modo di vedere la monoposto sono certo che riuscirete a scorgere i numerosi aggiustamenti che abbiamo fatto sulla parte frontale della vettura.”

Vittoria Vocino

Nata nel 2002, studentessa di Comunicazione e Giornalismo, contraddistinta da attitudine propositiva e sempre aperta alle sfide, con una proiezione professionale verso il mondo del motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio