DichiarazioniFormula 1Test Barcellona

Alonso: “Dai test Ferrari sembra essere la più veloce”

Lo spagnolo di Alpine si esprime riguardo le giornate di test pre-stagionali a Barcellona

Fernando Alonso parla di Ferrari ma non solo: secondo lui, anche Mercedes è molto veloce

Le giornate di test al circuito di Barcellona sono finite e i piloti tirano le somme di quanto svolto. In particolare, Fernando Alonso si è espresso riguardo Scuderia Ferrari e Mercedes. Grande sorpresa la velocità di Ferrari, che secondo lo spagnolo sembra essere stata la monoposto più veloce in complesso. Alonso afferma che i due team, quello italiano e quello di Brackley, sono stati davvero veloci in pista durante queste giornate e che potrebbero essere davvero molto competitivi durante la stagione. 

A RTVE, ha dichiarato Alonso: “Scuderia Ferrari sembra essere la monoposto più veloce, il che è sicuramente una sorpresa. La Ferrari può essere una squadra e una vettura di riferimento per tutti durante la stagione. Questa è una buona notizia per Carlos Sainz e per tutta la Spagna in generale. Sono convinto che lui e Charles Leclerc saranno avversari davvero forti da battere”. 

Anche la Mercedes si è rivelata piuttosto veloce e rapida come monoposto. Red Bull, invece, secondo me si è un po’ nascosta. È chiaro che le squadre di vertice -i top team- sono ancora il riferimento da tenere d’occhio per tutti”, ha proseguito lo spagnolo. 

Non solo Alonso

Anche il sette volte Campione del Mondo Lewis Hamilton si è espresso riguardo le prestazioni di Scuderia Ferrari. Ai giornalisti ha affermato: “Potremmo presumere che la Ferrari forse non abbia sviluppato molto la sua monoposto del 2021 e abbia messo tutto nella vettura di quest’anno. Questo può significare che Ferrari potrebbe essere diversi mesi avanti rispetto al resto delle squadre, ma dovremo aspettare e vedere“.

Le giornate di test catalani sono finite, ma mancano all’appello ancora i test in Bahrain. Il Bahrain international circuit sarà un ulteriore banco di prova per le nuove monoposto 2022. Poi, la vera prova del nove sarà il primo spegnimento dei semafori: “aspettare e vedere“, riprendendo le parole di Hamilton, solo il giorno 20 marzo sapremo con certezza quali sono i reali livelli di prestazione delle monoposto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button