Formula 1Test Barcellona

Perché Alpine non ha utilizzato il DRS nei test di Barcellona?

Il team francese corre già ai ripari per la mancanza di prestazioni? Il direttore sportivo spiega che vi è del potenziale non ancora mostrato nell’A522

In Alpine corrono ai ripari? No, c’è del potenziale nascosto dato che non è stato utilizzato il DRS nei test

Test altalenanti in casa Alpine lasciano presagire che il lavoro da fare sia ancora molteplice. Ma nulla è ancora perduto, perché c’è del potenziale non mostrato. Nella terza giornata di test il team francese ha avuto una battuta d’arresto dovuta a un problema idraulico, che gli ha impedito di portare a termine il programma previsto. Nonostante ciò, in casa Alpine si è contenti del lavoro svolto nei test e sottolineano di non aver mostrato il loro vero potenziale, perché non hanno utilizzato il DRS.

Alpine non ha utilizzato il DRS durante i test di Barcellona. ​​Ciò potrebbe essergli costato circa sette decimi a giro. Ecco perché Alan Permane, direttore sportivo del team, sottolinea che il primo contatto dell’A522 è stato più positivo di quanto in realtà sembri. “Non voglio inventare scuse o dire che batteremo Mercedes e Red Bull, ma penso che siamo in una discreta posizione. L’ultimo giro effettuato da Fernando la mattina, anche se è stato solo un giro, è molto paragonabile a quello effettuato da Verstappen, anche se l’olandese stava utilizzando il DRS, ha così dichiarato Permane ad AutoSport.

ECCESSO DI CAUTELA?

Alpine ha deciso di non utilizzare il DRS durante i test di Barcellona, per una pura questione cautelativa, dato che ad alta velocità potrebbe causare un problema di carico aerodinamico. Ma il team spera di rimediare a ciò quanto prima. “Non abbiamo utilizzato il DRS soltanto per cautela, dato che è legato alla velocità massima. A riguardo non c’è alcuna preoccupazione o paura che possa danneggiarsi qualcosa utilizzandolo. Abbiamo preferito essere cauti e non correre rischi. Questa settimana ci è servita per macinare chilometri e andremo in Bahrain pronti. Peccato soltanto perché ciò ha causato una perdita nelle prestazioni, dato che si tratta di più di sette decimi al giro”, ha spiegato il direttore sportivo.

In casa Alpine perciò confidano nelle potenzialità della monoposto, nonostante la battuta d’arresto verificatasi nell’ultima giornata di test . “Avremmo potuto guadagnare altri tre o quattro decimi. Certo, con questo non voglio certo dire che va tutto bene e che siamo completamente sereni. Ovviamente siamo preoccupati, ma sicuramente non saremo in fondo alla griglia”, ha proseguito. Dopo aver fatto il punto sulle prime tre giornate di test pre-stagionali, Permane sottolinea di aver fatto un passo in avanti rispetto alla scorsa stagione. “Probabilmente siamo un po’ più vicini al vertice rispetto a quanto non lo fossimo alla fine dello scorso anno”, ha così concluso Permane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button