DichiarazioniFormula 1Test Abu Dhabi

Abiteboul contro Szafnauer: difende la presenza di Alonso ai test

Il team principal della Renault non accetta le critiche del team principal della Racing Point, il quale afferma che il regolamento non prevede la presenza dell’asturiano ai test post stagionali

Abiteboul accusa Szafnauer di essere ipocrita criticando la presenza di Fernando Alonso nei test in programma nei giorni successivi al GP di Abu Dhabi

Abiteboul, il team principal della Renault, ritiene che la Racing Point non abbia voce in capitolo sulla presenza di Alonso ai test, anzi afferma che la RP20 sia una vettura illegale. Il team principal della Racing Point ammette di essere sorpreso dal comunicato in cui la FIA ha dato il via libera a Fernando Alonso per svolgere i test. In merito afferma: “Le regole sono chiare: è un test per i giovani piloti. Un due volte campione del mondo che ha quasi 40 anni, non è un giovane pilota”.

Abiteboul ribatte affermando: “Nel regolamento si parla di giovani piloti e di coloro ai quali la FIA dà il suo permesso. E la FIA ha tutto il diritto di farlo. Non capisco cosa possa centrare questo con Otmar. Doveva presentare un reclamo alla FIA, nel caso in cui avesse definito la vettura illegale. Ma abbiamo deciso di giungere a un accordo su ciò, quindi sarebbe abbastanza ironico se ora volesse andare alla FIA”. Otmar Szafnauer non esclude di rivolgersi a Vettel per i test di Abu Dhabi: “Dovremmo discuterne con la FIA. Dovremmo capire le regole e poi vedere cosa possiamo fare”.

L’UTILITA’ DELL’ASTURIANO AI TEST

La presenza di Fernando Alonso ai test sarà molto utile, visto che finora si è allenato soltanto con le vetture del 2018 e che i prossimi test pre-stagionali dureranno solo tre giorni. Fernando è stato bravissimo con la monoposto di due anni fa, su cui ha svolto quattro giornate a bordo. E’ particolarmente importante perché il prossimo anno i nostri due piloti potranno effettuare soltanto tre giorni di test. La FIA ci ha dato il permesso. Questi test verranno effettuati maggiormente perché Fernando manca da due anni in Formula 1, quindi hanno più a che fare con lui che con lo sviluppo della vettura” conclude così Abiteboul.

 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.