DichiarazioniFormula 1

A soli 40 anni è scomparsa Caroline Grifnée

In passato era stata team manager di Carlos Sainz ai tempi della World Series by Renault

La triste ed improvvisa notizia ha sconvolto il mondo del Motorsport, che piange la scomparsa di una sua protagonista

Il mondo dei motori dice addio a Caroline Grifnée, morta prematuramente ed in circostanze ancora da chiarire quando era alla soglia dei quarant’anni. A comunicare la notizia è stata la Scuderia DAMS tramite i suoi canali social, dedicando un messaggio di cordoglio alla ex-collega.Tutti in DAMS sono scioccati e rattristiti dall’improvvisa scomparsa della nostra amica ed ex collega Caroline Grifnee, che si è unita a noi come Team Manager nel 2014. Era ben voluta all’interno della squadra e del paddock. Le più sincere condoglianze alla sua famiglia ed ai suoi amici da parte della famiglia Driot e dell’intero team”. 

Forte era il legame di Caroline con Carlos Sainz. Lo spagnolo, infatti, in quel 2014 era il pilota di punta della DAMS nella World Series by Renault. Un campionato che riuscì a vincere, e che gli spalancò le porte della Formula 1 per l’anno successivo, quando debuttò in Toro Rosso al fianco di Max Verstappen. “E’ così triste apprendere questa notizia. Era una bellissima persona che ha fatto parte di una stagione indimenticabile della mia carriera. Le mie condoglianze alla famiglia ed alla scuderia Dams. Fatevi forza.”, così ha voluto commentare il ferrarista.

Figlia di un pilota di rally, la Grifnee si era anche cimentata al volante, correndo prima con i kart e poi nelle gare di durata sul mitico circuito di Spa Francorchamps. Molto apprezzato è stato, inoltre, il suo contributo sportivo in Formula E. Sotto la sua gestione il team francese è riuscito a conquistare tre titoli costruttori nelle prime tre stagioni del campionato dedicato alle vetture elettriche.

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.