DichiarazioniFormula 1

Wolff: “Vogliamo dimostrare che nessuno può rallentarci”

Secondo il Team Principal della Mercedes trovare ostacoli lungo il cammino non può che aumentare la propria motivazione

Per Toto Wolff il cambio di direzione del regolamento 2020 non ha demoralizzato la Mercedes, che anzi vuole dimostrare come nessuno possa rallentarla

A fronte delle difficoltà iniziali riscontrate per via delle regole implementate per questa stagione, la Mercedes è viva e lotta per il campionato. Nonostante la debacle di Montecarlo, gli uomini della Stella a Tre Punte sono ampiamente in lizza per il titolo 2021 e concentrati sulla monoposto 2022. Le sfide offerte dal prossimo cambio di regolamento per il Team Principal della squadra di Brackley sono quelle che motivano un team vincente e mai sazio come la Mercedes. “Vogliamo dimostrare che nessuno può rallentarci” – ha dichiarato Wolff ai microfoni di Frankfurter Allgemeine Zeitung.

“E’ difficile tenere motivata anno per anno una squadra che ha avuto così tanto successo in tempi recenti” – prosegue l’austriaco – “lo si può osservare anche in altri sport. Bisogna sempre chiedersi quale sia il prossimo obbiettivo. Il prossimo cambio di regolamento ci aiuta tantissimo, vogliamo provare che anche nei cambiamenti nessuno può fermarci. Dal 2014 siamo stati capaci di lottare per la vittoria ininterrottamente anche nel 2017 e 2019 quando sono state cambiate alcune limitazioni. Anche quest’anno sono state introdotte variazioni per provare a cambiare l’ordine della griglia”.

“Non l’abbiamo mai nascosto, ci hanno penalizzato abbastanza, soprattutto nel confronto con gli altri team. Abbiamo perso circa cinque decimi di secondo a giro, se non di più addirittura. La situazione è questa, e capisco che gli organizzatori della Formula 1 debbano garantire spettacolo e competizione. Così come altri sport, la Massima Serie ha bisogno varietà e imprevedibilità. A tutti piacerebbe un campionato deciso fino all’ultimo punto all’ultima gara disponibile. Abbiamo preso questi cambiamenti con sportività cercando di trarne il meglio possibile. In un certo senso, abbiamo dovuto resettare gli obbiettivi”.

 

 

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, studente magistrale di Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.