DichiarazioniFormula 1

Webber su Alonso: “Sarei sorpreso dal suo ritorno”

Il pilota australiano parla di Alonso e ritiene che l’asturiano non sia al suo livello ottimale di competizione

Mark Webber, ex pilota Red Bull, riconosce che Alonso potrebbe non tornare nella Classe Regina per la stagione 2021

Dopo il ritiro nel 2018, Alonso ha continuato a lavorare seguendo la sua grande passione e rimanendo nel mondo dei motori. È da qualche settimana, però, che si vocifera di un possibile ritorno in griglia dello spagnolo per la stagione 2021. Nulla è ancora certo, e le notizie rimbalzano da un capo all’altro del mondo. Mark Webber, si è espresso chiaramente riguardo a questi pettegolezzi: “Alonso? Sarei sorpreso di vederlo in Formula 1 nel 2021”. 

Sarei davvero sorpreso dal suo eventuale ritorno. Sappiamo che Fernando è straordinario e ha avuto una carriera incredibile. Ma sappiamo anche che non è più al suo livello migliore. Sarà difficile per lui fare le stesse cose e mantenere i ritmi come in passato. Tuttavia, con più di 10 anni di esperienza, è sicuramente qualcuno di buono da avere in una squadra”, afferma Webber. 

Continua l’australiano: “Il problema era la competitività. Questo è stato il motivo per cui ha lasciato la Formula 1. Non poteva nemmeno lottare per il podio con la monoposto che aveva. Se tornerà sarà molto concentrato. Per quanto riguarda un ipotetico contratto, se sarà a lungo termine, penso che sarà difficile per lui avere la motivazione per rimanere due o tre anni. Soprattutto se la vettura non è competitiva”. 

WEBBER E L’ANNO SABBATICO DI VETTEL

L’ex Red Bull ha parlato anche del futuro suo vecchio compagno di squadra Vettel: vede il tedesco fuori dalla Formula 1 almeno fino al 2022. Ritiene che il Vettel, a differenza di Alonso, abbia perso la motivazione e anche quei decimi che fanno la differenza per arrivare a livelli più alti. 

Parla Webber: “Penso che Vettel si prenderà un anno sabbatico. Dovrà disconnettersi per poter avere ancora la motivazione di voler tornare in cima e competere in una squadra vincente. Quando raggiungi i 30 anni, perdi qualche decimo nonostante tutta l’esperienza che accumuli. Lo abbiamo visto con Valentino Rossi in MotoGP, per esempio”.

Conosco Sebastian abbastanza bene, ho gareggiato con lui per molti anni. Lui ha fatto davvero di tutto in Ferrari. Però Charles è pieno di energia e appetito. Sebastian ha cercato di fermarlo, ma Charles è brillante. Prima o poi, però, alla Ferrari mancherà un pilota esperto come Vettel, lo rimpiangeranno, afferma, per concludere, Webber. 

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button