DichiarazioniFormula 1

Villeneuve: “Verstappen perfetto fin qui, Hamilton no”

Secondo il canadese al momento la Red Bull e il suo pilota sono stati migliori dei rivali, più di quanto non dica la classifica

In un’intervista rilasciata a La Gazzetta Dello Sport, l’ex Williams ha dato la sua visione su una rivalità che farà storia

Secondo Jacques Villeneuve sino a questo punto della stagione Max Verstappen è stato perfetto esattamente come il suo team, mentre invece Lewis Hamilton e la Mercedes hanno commesso qualche errore, che ne ha intaccato l’infallibilità degli scorsi anni. Per l’ex pilota della Williams, i punti della classifica generale non riflettono la realtà di questa stagione.

A detta del canadese Lewis quest’anno ha avuto un po’ più fortuna rispetto al pilota della Red Bull. “Lewis Hamilton ha commesso molti errori che gli sono costati un costo basso a differenza di Max Verstappen, che ha pagato un prezzo alto”, ha spiegato Villeneuve a La Gazzetta dello Sport. “Penso a quello che gli è successo in Ungheria e prima ancora a Silverstone. In Mercedes invece, in alcuni casi non hanno avuto il ritmo, come in Turchia e hanno fatto molti errori. Alla fine della fiera, sono sempre vicini in classifica, per questo è difficile prevedere chi vincerà”.

LA CLASSIFICA NON RENDE GIUSTIZIA

Sostanzialmente Jacques Villeneuve è convinto che il rendimento di Verstappen sia stato molto superiore nonostante Hamilton sia solo sei punti dietro di lui in classifica. “Finora, la stagione di Verstappen e della Red Bull è stata semplicemente perfetta, mentre vedo stanchezza in Lewis e la sua squadra”, ha spiegato il canadese.

Probabilmente il problema della Mercedes è l’aver perso l’abitudine a dover scontrarsi con qualcuno, considerando che il team viene da due anni di dominio e che anche nel biennio 2017-2018, lo scontro con la Ferrari non è stato così acceso come con la Red Bull.

“In passato, Mercedes non aveva bisogno di pianificare una buona strategia, vincevano comunque. Come la Ferrari ai tempi di Michael Schumacher: tutti dicevano che erano dei geni, anche quando la strategia era sbagliata, ma erano così superiori che vincevano comunque”, ha continuato Jacques.

Il monito è comunque a non dare per spacciate le Freccenere. Ad Instanbul, seppur con un’ala anteriore dal profilo maggiore, sono stati i più veloci sul dritto. “Probabilmente hanno aumentato la potenza del motore”, spiega Villeneuve. “Lewis avrà un bel vantaggio ad Austin, ma soprattutto in Brasile”.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.