DichiarazioniFormula 1

Vettel: “Tornerei volentieri ai 12 cilindri”

Il quattro volte Campione del Mondo suggerisce alla Formula 1 di fare un passo indietro e tornare ai motori a 12 cilindri

Molti sono i piloti che si sono esposti per proporre cambiamenti nella Categoria Regina, tra cui vi è il quattro volte Campione del Mondo.

Dal 2021 sarà introdotto il nuovo regolamento tecnico che cambierà vestito della Formula 1, una vera rivoluzione a cui i team e i piloti si stanno già preparando.
Quando si parla di regolamento tecnico, Sebastian Vettel è sempre in prima linea per esporre nuove idee. Ciò lo ha dimostrato anche in una recente intervista rilasciata ai colleghi del quotidiano tedesco Kolner Express. Infatti, il pilota della Ferrari ha spiegato: “Se potessi stabilire delle nuove normative, come prima cosa raddoppierei il numero di cilindri e rimuoverei le batterie. Non le ritengo necessarie, se non per avviare la macchina”.

Dichiarazione in linea con l’esclamazione: “Ridateci i V12!” che aveva riferito via radio durante il GP di Russia, quando la power unit della sua SF90 lo ha costretto a terminare la gara al 28esimo giro.
Secondo Sebastian, quindi, sarebbe utile volgere uno sguardo al passato per un mutamento radicale dal punto di vista meccanico, che riporterebbe alle competizioni un gusto storico e il rombo di quel motore aspirato che risuonava con una forza dirompente.

HAMILTON NOSTALGICO DEL PASSATO COME VETTEL

Vettel non sembra essere l’unico pilota nostalgico del suono di un motore a 12 cilindri e della Formula 1 del passato. Anche il campione del mondo in carica si schiera dalla parte del collega tedesco, criticando il regolamento attuale del Circus.
Hamilton ha infatti sostenuto: “Se potessi scegliere, tornerei ai motori aspirati, al cambio manuale e renderei le cose più difficili per i piloti. Toglierei le vie di fughe così ampie e il servosterzo. Le gare dovrebbero portarti all’esaurimento fisico come in passato, ora non sono più così. Infatti riusciamo ad avere carriere molto più lunghe proprio perché le gare sono più facili da gestire”.

LA FORMULA 1 E LA FORMULA E

Una visione opposta a quella di Vettel e di Hamilton è proposta da Nico Rosberg.
Il Campione del Mondo 2016 difende la mobilità elettrica e si aspetta in futuro una fusione tra la Formula 1 e la Formula E.
Ha infatti dichiarato:Il motore ibrido è più efficiente della combustione, anche con carburanti sintetici. L’energia elettrica diventerà ancora più sostenibile grazie alla tecnologia della batterie. Secondo me in futuro la Formula 1 e la Formula E si fonderanno. -ha poi aggiunto – La nuova attrazione sta nella velocità silenziosa.

A tal proposito, l’ex pilota e capo del DTM, Gerhard Berger ha recentemente presentato uno studio concettuale in cui propone di alimentare le auto DTM con batterie ad idrogeno e di lasciare assistere i robot durante i pit stop.
“Stiamo parlando di macchine ad altre prestazioni che consentono spettacolari gare ruota a ruota, ha così sottolineato.

Topics
Pubblicità

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close