DichiarazioniFormula 1

Vettel: “Schumacher si merita un posto in Formula 1”

Il quattro volte iridato ha spiegato, come secondo lui, il figlio del Kaiser non abbia ancora avuto possibilità di mostrare di che stoffa sia fatto

Sebastian Vettel, in un intervista a motorsport-magazin, ha voluto parlare del perché Mick Schumacher si meriti di rimanere in Formula 1

Il pilota della Aston Martin, Sebastian Vettel, in un intervista rilasciata a motorsport-magazin, ha voluto difendere il suo pupillo, Mick Schumacher, spiegando che non si merita di veder finire le sue possibilità in Formula 1. Il figlio del Kaiser è in scadenza di contratto con la Haas e, a quanto pare, la Ferrari ha deciso di concludere gli accordi. Mick non avrà più l’appoggio della Rossa per avere un sedile. Schumacher, nel caso di mancato rinnovo, parlerà con scuderie come Alpine, Williams e, dopo gli ultimi rumors, anche AlphaTauri. Però, a causa dei scarsi risultati, c’è anche la probabilità che, il pilota della Haas, non rimanga in griglia per la stagione 2023.

Vettel spiega che: “È migliore di quanto la gente pensi. Ha fatto buoni progressi, lo scorso anno, che molte persone non potevano vedere. Purtroppo, poiché la monoposto non era performante, non si poteva vedere“, secondo il tedesco la colpa non è di Mick ma della Haas. Ha aggiunto anche: “Schumacher si merita un posto in Formula 1, perchè so che c’è del talento“. Vettel, parlando dell’evoluzione di Mick in questa stagione, ha spiegato che: “Penso che abbia compensato(gli incidenti del GP d’Arabia Saudita e Monaco), con delle belle gare e si può vedere la sua velocità e il suo talento“. Quindi, per il quattro volte iridato, Schumacher ha molto da dimostrare alla Formula 1.

La situazione in casa Haas

Gunther Stainer, parlando della situazione Schumacher ad Autoweek, ha detto che: “Abbiamo deciso di aspettare, non abbiamo fretta. Monitoriamo la situazione con Mick e vediamo cosa sta succedendo. Non abbiamo fretta, perché dovremmo decidere ora? Se decidiamo ora e prendiamo la decisione sbagliata e potremmo pentircene, perché dobbiamo decidere?”. Per quanto riguarda il rinnovo ha voluto dire: “Le discussioni del team è qualcosa che preferiamo tenere tra di noi“.

 

Mattia Peddis

Sono Mattia uno studente di scienze politiche con la passione per la Formula 1 e per la politica. Il mio obbiettivo è quello di trasmettere la mia passione per il Motorsport attraverso la scrittura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio