Formula 1

Vettel: “La F1 sta prendendo decisioni giuste”

Il quattro volte campione del mondo e pilota della Ferrari, ammette che le scelte regolamentari e non della F1 sono utili e le condivide

Mentre la Formula 1 affronta la potenziale perdita di due o addirittura tre team, Sebastian Vettel ha esortato i capi dello sport a “guardarsi l’un l’altro”.

La Formula 1 è nel mezzo di una crisi senza precedenti a causa del Covid-19, con i team che perdono milioni con ogni gran premio che non viene disputato, come sottolinerà anche Sebastian Vettel. Ad oggi sette Gran Premi sono stati rinviati ufficialmente con la Francia e l’Olanda che potrebbero portare quel numero a nove, mentre i GP d’Australia e di Monaco, sono state cancellate.

Il GP olandese attualmente è in bilico e può ancora passare nella lista dei weekend rinviati o addirittura cancellati dopo che il Paese ha esteso il suo divieto di eventi sportivi fino a settembre. Nel frattempo, i boss della Formula 1 sono alla ricerca di modi per annullare il danno e hanno già annunciato che il telaio di quest’anno verrà utilizzato anche nel 2021 mentre quelle che sarebbero state le nuove regole del 2021 sono state rinviate al 2022.

Lo sport sta anche prendendo in considerazione il congelamento per l’evoluzione di alcuni componenti con Christian Horner che potrebbe arrivare fino al “60%” di essi, ma non solo, al vaglio delle ipotesi c’è anche il budget cup del 2021 è stato ridotto a 150 milioni di dollari e che potrebbe diminuire ulteriormente.

Sebastian Vettel, pilota Ferrari, afferma che è giusto che i team di Formula 1 facciano del loro meglio per sostenersi a vicenda: “Con i nuovi regolamenti, l’idea è di avvicinare il campo, quindi se questa situazione speciale in qualche modo aiutasse lo sport ad avvicinarsi per avere una corsa migliore e uno sport migliore, allora sarebbe una buona squadra effetto direi”.

Proseguendo, dice: “Penso che saremo in grado di giudicare solo una volta che avremo preso delle decisioni davvero concrete nelle nostre mani e poi vedremo come funzionerebbero nella vita pratica. Ma sicuramente, per alcuni dei team più piccoli, questa situazione sta mettendo in discussione la loro esistenza, ed è piuttosto estrema”.

Il pilota della Ferrari ha appoggiato la decisione di ritardare i regolamenti del 2021 anche se si ipotizza che la Ferrari potrebbe essere uno dei più duri colpiti poiché la Scuderia è preoccupata per il loro telaio attuale: “Penso che rimandare il regolamento al 2022, penso che sia l’approccio giusto. Rimandarne una parte è decisamente giusto. Che sia peggio o migliore per la Ferrari, l’interesse naturale in questo momento è ciò che è giusto per lo sport, e penso che sia la decisione giusta per lo sport. Penso che sia anche l’intenzione, l’intenzione più importante, della Ferrari e del team in questo momento”.

Pubblicità

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 23 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button