DichiarazioniFormula 1

Vettel alla ricerca di una vettura vincente: “Voglio vincere”

Il pilota della Ferrari ha rilasciato un’intervista alla vigilia del Gp Ungheria, spiegando il suo futuro e come prenderà la sua decisione.

Sebastian Vettel è sicuramente uno dei protagonisti di questa strana stagione, dopo l’annuncio del suo addio alla Ferrari a fine 2020, e quindi la sua ricerca di un sedile per la prossima stagione. Nel weekend del Gp Ungheria, ha accennato qualcosa sul suo futuro, confermando di aver parlato con Racing Point, dove molte voci danno per certo il suo arrivo a partire dal 2021, quando il team si chiamerà Aston Martin

Nel corso del weekend del Gp Ungheria, Sebastian Vettel parlando del suo futuro ha assicurato di non volere rimanere in Formula 1, solo con lo scopo di partecipare o di guadagnare soldi. Ha lasciato intendere che vuole ottenere di più, come vincere, non prendendo l’esempio di Kimi Raikkonen, che ha lasciato la Ferrari a fine 2018 per approdare in Alfa Romeo solo con lo scopo di aiutare il team nella sua ricostruzione.

Il pilota tedesco, ha spiegato quindi che la sua decisione sarà presa in base ad alcuni fattori, che vanno oltre all’attuale prestazione dei team.Ho ottenuto molto e vorrei ottenere di più,” ha così anticipato Vettel nel corso di un’intervista a Sky e pubblicata da The Race.

SEBASTIAN: “PER POTER VINCERE OCCORRE UNA CERTA MACCHINA”

Nel corso della scorsa settimana, molte voci davano per certo il possibile interesse di Vettel per la Racing Point, come una sorta di trampolino di lancio per la Mercedes, quando uno dei due sedili attualmente occupati da Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, rimarrà vacante. Le ultime parole di Sebastian, lasciano intendere proprio la sua intenzione di avvicinarsi il più possibile alla vettura vincente, che con ogni probabilità lo sarà anche nella nuova era.

Voglio vincere, quindi so e credo che tutti  noi sappiamo che in questo momento, c’è la necessità di essere in una certa vetture per poter vincere. Questo con ogni probabilità al momento non è possibile. Quindi, è ovvio che devo valutare per vedere se c’è qualcosa che gli si avvicini,” ha poi proseguito il tedesco.

SEB#5: “RACING POINT EMOZIONANTE DALL’ESTERNO, MA…”

Per quanto riguardano le prestazioni della Racing Point, Vettel preferisce rimanere prudente, insistendo sul fatto che ci saranno molti fattori che egli stesso valuterà, e che vanno oltre alle possibilità che il team offre in pista.

Racing Point sembra emozionante dall’esterno. Non faccio parte del team e non so come ci si sta dentro, i progetti esatti e tutte queste cose. La Formula 1 si muove in modo veloce, così come il mondo in questi giorni. Le persone hanno opinioni in modo veloce e le cambiano in modo altrettanto veloce,” ha poi ricordato.

“In questo momento ti fissi verso il team e probabilmente ti sembra geniale, ma è da tanto tempo che sto guardando oltre a ciò che potrebbe ottenere o non ottenere in griglia,” ha poi spiegato il pluricampione del mondo prima di concludere.

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.