DichiarazioniFormula 1

Verstappen sogna il mondiale, osservando Hamilton

Il giovane pilota Red Bull è tuttora a caccia del suo primo titolo mondiale. Un obiettivo che sembra irraggiungibile, e legata dalla supremazia di Hamilton

Max Verstappen è in Formula 1 dal 2015 con il sogno di diventare Campione del Mondo e poter battere la Mercedes e Lewis Hamilton

Max Verstappen dopo essere diventato il più giovane pilota ad aver vinto una gara in Formula 1 a soli 18 anni, a seguito della sua prima vittoria ottenuta al GP Spagna 2016, si stava proiettando ad affrontare quattro stagioni, e sogna di vincere il suo primo mondiale e diventare il più giovane Campione del Mondo, e con lui in molti si aspettavano che ciò potesse accadere.

Ora a meno 8 gran premi al termine di questa corta e insolita stagione 2020, l’obiettivo sembra essere destinato ancora una volta ad allontanarsi. Ma quando arriverà per lui questa opportunità? Con ogni probabilità e per diverse ragioni, questo potrebbe accadere non appena Lewis Hamilton si ritirerà.

Dal 2017 quando ha disputato la sua prima intera stagione in Red Bull, Max Verstappen ha lanciato l’obiettivo di vincere un titolo. Un sogno che finora non è riuscito a coronare. Tra i principali motivi per cui Max non è riuscito a lottare per un titolo, c’è sicuramente la mancanza di una monoposto.

Nelle prime due stagioni, grazie alle monoposto che ha avuto, ha conquistato la terza posizione in classifica. Il più delle volte è risultato il più lento rispetto a Mercedes e Ferrari. Ogni volta che ha ottenuto una vittoria, è stato per lo più per problemi altrui e specialmente degli avversari dei due team o per averci messo del suo.

Nel 2019 si è visto un passo in avanti verso la direzione giusta, quando Honda ha portato degli aggiornamenti sulla power unit montata sulla RB15, mentre la Ferrari aveva fatto qualche passo indietro rispetto all’anno precedente e si affidava a quel tanto contestato motore. In quel periodo, Verstappen riuscì a completare la stagione, salendo in terza posizione in classifica piloti.

Alla luce di questo progresso, il pilota olandese firmò un contratto triennale con la Red Bull, fiducioso di poter battere la Mercedes. Tuttavia, così non è andato.

MAX: “ALPHATAURI SI E’ AVVICINATA MOLTO A NOI IN QUALIFICA…”

Ora sembra che stia per concludere con facilità questa stagione in terza posizione ed eventualmente in seconda posizione, grazie a una Ferrari che sembra essere passata dalla stelle alle stalle, a causa di una monoposto che non va, e non riesce a progredire rispetto alla Red Bull. Ma in realtà, agli occhi di un sempre più frustrato Verstappen, il 2020 si sta rivelando una stagione peggiore rispetto a quella passata.

La monoposto di questa stagione non va molto bene. È chiaro che sono stati fatti degli errori. Con tutto il dovuto rispetto, basta guardare quanto AlphaTauri si è avvicinata a noi in qualifica. Questo non dovrebbe accadere”, aveva così dichiarato Max alla vigilia del GP d’Italia.

Il 22enne si è appena lasciato alle spalle due weekend di gran premio con zero punti e due ritiri, anche a causa di problemi meccanici. Al GP di Toscana, dopo l’ennesimo ritiro, è sembrato come se stesse iniziando a perdere la pazienza, e fiducia verso il suo team… in pratica si è stufato.

PER POTER BATTERE HAMILTON, MAX DEVE ESSERE PERFETTO

Sfortunatamente per lui, per il futuro al momento non ci sono sedili liberi e papabili per lui, e dove poter trovare di meglio. Tuttavia, gli occhi sono puntati su Lewis Hamilton.

Attualmente, Mercedes si sta confermando come la miglior macchina sulla griglia di partenza. Tuttavia, se avessero due semplicemente buoni piloti, Verstappen starebbe tuttora nutrendo speranze di vincere un titolo quest’anno, come peraltro sta dimostrando in quest’ultima parte di campionato nel trovarsi molto vicino a Valtteri Bottas.

L’ottimo stato di forma di Lewis Hamilton, ha fatto intendere però che non sarà il caso. Il sei volte Campione del Mondo, sta dimostrando di essere favorito e deciso a rendere quel sei un sette con una certa facilità. Per poterlo sfidare, Verstappen deve guidare perfettamente ogni fine settimana e sperare che la sua monoposto non si rompesse, mentre il britannico può permettersi di avere una giornata storta o compiere un grosso errore, sarà tuttora davanti in pista e in classifica.

Con i regolamenti congelati per la prossima stagione, sarà difficile poter vedere qualche cambiamento. Verstappen se vuole battere la Mercedes e vincere il titolo, avrà bisogno che i due piloti del team anglo-tedesco siano al di sotto del suo livello, e questo sarà sicuramente improbabile che possa accadere, soprattutto con Hamilton.

MAX GUARDA A HAMILTON, E SOGNA LE FRECCE D’ARGENTO

Si pensa che il 35enne possa ritirarsi presumibilmente dopo aver superato i record di titoli mondiali di Michael Schumacher. In tal caso, per Verstappen sarebbe una vera possibilità di diventare lui stesso Campione del Mondo, anche con la Red Bull. Il pilota olandese ha più volte dimostrato di riuscire a lottare con Bottas, nonostante il finlandese si ritrovasse in una macchina migliore. Inoltre, rappresenterebbe un vantaggio migliore rispetto al semplice rimuovere il suo più difficile avversario. Come dice un vecchio proverbio: “se non puoi batterli, unisciti a loro”.

È difficile immaginare questa Mercedes, senza l’uomo che è diventato la loro stella fin dal suo arrivo nel team nel 2013. Tuttavia, non appena lui romperà ogni record e sarà comunque vicino a compiere 40 anni, lo sono già.

Non appena arriverà quel momento, e con ogni probabilità verso la fine del 2021, il candidato più papabile a sostituire Hamilton sarà George Russell. Il pilota della Williams ha impressionato tutti fin dal suo esordio in Formula 1 e durante la formazione nella loro Academy. D’altronde lui è un pilota Mercedes in prestito alla Williams.

Ma visto che non ha ancora esperienza nelle lotte per il top, è molto probabile che il suo arrivo in Mercedes sarà per sostituire Bottas, e diventare il secondo pilota per lo meno all’inizio. Toto Wolff, team principal Mercedes, ha affermato che quando Hamilton penserà di lasciare, loro vorranno qualcuno già vicino al suo livello.

“Se sarà sul punto di lasciare, noi perderemo il miglior pilota, ma ci muoveremo per trovare qualcuno che potrebbe essere vicino a lui,” ha così dichiarato Toto Wolff.

Per quanto riguarda Russell, non si può negare che non sia ancora all’altezza della situazione, e non lo sarà dopo essere stato bloccato in Williams per un po’ di anni. Quindi, chi potrebbe esserlo?

Forse Charles Leclerc, ma almeno fino al 2024 sarà un pilota Ferrari, e quindi non sarà libero presto per finire in Mercedes. Daniel Ricciardo sì, ma ha firmato un contratto con la McLaren e sarà pilota del team di Woking dal 2021 e almeno fino alla fine 2022. Fernando Alonso? Compirà 40 anni quando Hamilton lascerà, e non è certo che andrà bene nella prossima stagione dopo uno stop così lungo dalla Formula 1. Quindi il candidato più certo, è Max Verstappen.

Max è probabilmente l’unico pilota della griglia, che potrebbe eguagliare Hamilton in termini di velocità assoluta e capacità di lottare ruota a ruota in gara. Inoltre, potrebbe essere disponibile, dato che nel contratto che lo lega alla Red Bull, ha una clausola d’uscita.

“Parlando generalmente, lui ha un contratto fisso e nel caso in cui le cose andassero nel verso giusto non ci saranno problemi,” ha così dichiarato Helmut Marko a Motorsport-Magazin.com.

“Abbiamo un contratto con Honda fino al 2021, ma chiaramente essendo senza un motore per il futuro, questo complicherà i nostri piani. Di conseguenza, è chiaro che avremo bisogno di un motore competitivo per tenere con noi Verstappen,” ha così aggiunto l’austriaco.

Se ciò non avverrà, sarà difficile per Red Bull tenerlo fuori da una possibile chiamata della Mercedes, che gli vorrà offrire un ruolo all’interno del team. Se Verstappen farà i capricci e Wolff offrirà molti soldi, con ogni probabilità Red Bull si arrenderà e lo lascerà andare. Così facendo, l’olandese avrà finalmente la tanto agognata macchina, ammesso che Mercedes mantenga il loro livello quando i nuovi regolamenti arriveranno.

Non sappiamo quanto Max dovrà aspettare. Ma come detto poc’anzi, avrebbe più senso quando Hamilton lascerà, dopo aver vinto il suo ottavo titolo, facendolo diventare il miglior pilota di sempre, magari nella prossima stagione.
Lewis ha dichiarato di sentirsi molto bene, fisicamente e mentalmente, tra l’altro confermato dai risultati. Potrebbe restare più a lungo, facendo in modo che Verstappen, possa aspettare un po’ di più l’arrivo di quell’opportunità di nome Mercedes.

Il migliore delle ipotesi, potrebbe essere che Hamilton resti per il 2022, e Red Bull riesca a dare a Max una vettura altrettanto buona, per permettere ai due piloti una lotta alla pari nel corso della stagione. Altrimenti, non gli resta che sognare e aspettare il suo turno al volante di una Freccia d’Argento.

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button