DichiarazioniFormula 1

Racing Point: “Vettel ha bisogno di un po’ d’amore”

Otmar Szafnauer si è detto soddisfatto della firma del tedesco per il 2021

Secondo il team principal della Racing Point il tedesco avrebbe bisogno di essere amato

Otmar Szafnauer si è detto molto contento di aver raggiunto l’accordo con Vettel per la prossima stagione. Nel dare il benvenuto al pilota tedesco, il team principal della Racing Point si è lasciato andare ad una frecciatina nei confronti della Ferrari. In fin dei conti, il Cavallino è stato l’ultimo team a far cadere l’appello nella vicenda Copygate. E forse proprio per questo motivo la Racing Point ha voluto annunciare l’ex Red Bull proprio alla vigilia del Mugello, millesimo GP della Rossa in F1.

“Vettel sarà in grado di darci quella mentalità vincente che ancora ci manca. Abbiamo bisogno di cambiare il nostro approccio. Ha 33 anni e tutti abbiamo bisogno di un po’ di amore qualche volta. Non ha dimenticato come si guida. Il nostro compito sarà quello di accoglierlo e dimostrargli di che pasta siamo fatti. Sono sicuro che da noi andrà alla grande”, ha esordito Szafnauer ai microfoni di Sky Sports.

Da sottolineare il passaggio sull’amore, come ad alludere che Vettel in Ferrari non sia stato protetto a sufficienza. Un pensiero che, oltretutto, sembra suffragato dai diversi screzi che il tedesco ha avuto con Binotto in questa prima parte di stagione.

L’ingegnere statunitense ha poi parlato di Perez. “Sergio era consapevole di questa situazione. Ma solo questa settimana ha saputo che non avrebbe più continuato con la squadra. É un pilota molto affidabile, ma Aston Martin ha voluto portare un pilota dell’esperienza e dei successi di Sebastian. Per quanto riguarda il team, negli ultimi due anni abbiamo aumentato la sua dimensione del 25%. Abbiamo una nuova fabbrica, una maggiore capacità produttiva, e adesso stiamo cercando di progredire con il nuovo simulatore”. 

Pubblicità

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati di navigazione, indirizzi IP anonimizzati e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.