DichiarazioniFormula 1

Verstappen: “Non credo vincerò il titolo 2022”

Il pilota olandese della Red Bull crede che quest’anno non potrà lottare per difendere il titolo di Campione del Mondo

Max Verstappen crede che quest’anno non avrà la possibilità di lottare per il titolo 2022

Dopo aver corso le prime tre gare stagionali, i team e i piloti si sono fatti un’idea delle potenzilità delle vetture in griglia. Dai primi risultati possiamo dire con certezza che, al momento, la Ferrari è la squadra da battere. A seguirla e a complicarle la vita c’è la Red Bull, che però ha seri problemi di affidabilità. Infatti, ha già registrato tre ritiri, che pesano soprattutto sulla classifica costruttori

A causa delle importanti difficoltà a cui è andato incontro il team austriaco, Max Verstappen crede di non avere alcuna possibilità di lottare per il titolo 2022. “A questo ritmo avrei bisogno di 45 gare per essere Campione”, ha esordito per il quotidiano Algemeen Dagblad. “Al momento non c’è motivo di credere nel titolo. Se vuoi lottare per il mondiale, devi essere davanti alla Ferrari. E loro sono davanti a noi in molti modi”, ha così ammesso facendo riferimento non solo all’affidabilità, ma anche al bilanciamento della vettura e al consumo delle mescole.

Nelle prime tre gare del mondiale, Leclerc e Verstappen si sono alternati le vittorie. Tuttavia, a seguito dei problemi di affidabilità, il pilota olandese si trova ben lontano dalla testa della classifica piloti. Infatti, mentre il monegasco ha collezionato 72 punti, il pilota Red Bull si trova in sesta posizione con solo 25 punti.  “Non esiste una soluzione chiara”, ha spiegato il Campione del Mondo 2021. “Siamo molto indietro, ma lo eravamo già. Non voglio pensare a una possibile lotta per il campionato al momento. Penso che sia più importante finire le gare“.

MARKO: “ABBIAMO MOLTI PROBLEMI DA DOVER RISOLVERE”

Helmut Marko ha rivelato che il problema che ha fermato Verstappen a Melbourne è stato causato da una perdita di carburante. Per questo motivo sono stati costretti a parcheggiare la vettura e a ritirarsi dalla gara prima della fine. Come Verstappen, anche Marko sembra guardare al modiale 2022 con poco ottimismo. All’emittete austriaco ORF ha spiegato: A volte anche la Mercedes sembrava migliore di noi in termini di tempo sul giro. Ma la Ferrari era in una classe a sé stante qui. Eravamo tra i tre e i quattro decimi più lenti al giro. Ogni volta che Max attaccava, Charles poteva facilmente rispondere”. 

Ha poi aggiunto: “Abbiamo anche un problema di peso. Abbiamo dieci chili in più rispetto alla Ferrari e limitare il peso da un lato costa parecchio, dall’altro influisce sull’affidabilità. Inoltre, con questi sbalzi di temperatura per noi diventa ancora più difficile. Sembra che ci siano molti problemi che dobbiamo risolvere ora. Uno riguarda il grip all’anteriore perchè la macchina non sterza come vorrebbe Verstappen. E la Ferrari non ha questi problemi”.

“LA FERRARI È LA NUOVA MERCEDES”

Anche il Campione del Mondo 1997crede che la Red Bull non riuscirà a constrastare la Ferrari. Secondo Villeveuve, la Ferrari ha scavalcato la Red Bull ed è pronta a diventare “la nuova Mercedes” della Formula 1. Infatti, all’emittente olandese Formule 1 ha ammesso: “Leclerc ha il campionato sotto controllo. Mancano ancora 20 gare, ma ha messo dietro sia il suo compagno di squadra che il diretto avversario Verstappen”.

Sembra andare tutto a gonfie vele per il team di Maranello. Così bene che la Ferrari e i Tifosi non vogliono sbilanciarsi e cercano di restare con i piedi ben affrancati al terreno. Già negli anni passati con Alonso e Vettel ci hanno creduto fino alla fine, senza però riuscire a concretizzare la vittoria del mondiale; per questo motivo non voglio illudersi

“In Italia mi viene spesso chiesto ‘È questo l’anno? Succederà davvero?’ – ha rivelato Villeneuve – “I tifosi fanno fatica a crederci, pensano ‘Quando inizieranno ad andare male le cose?’ Ma questa Ferrari è molto veloce. In realtà, è la nuova Mercedes”.

Chiara De Bastiani

Sono Chiara, ho 20 anni e studio scienze e tecniche psicologiche. Sono appassionata di motori e il mio amore per la Formula 1 è cresciuto piano piano insieme a me. Infatti, la seguo sin da quando ero piccolina, grazie a mio papà. Ho molte altre passioni e interessi che coltivo tra cui la danza, i viaggi, la montagna, la musica e l'arte. Sono un'inguaribile sognatrice che spera un giorno di poter lavorare in questo mondo fatto di passione, motori ed emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.