DichiarazioniFormula 1

Leclerc: “Red Bull potrebbe superarci nello sviluppo”

Il monegasco teme che il team del rivale Verstappen potrebbe superare molto presto le prestazioni Ferrari

Charles Leclerc non abbassa la guardia. Il rischio concreto è che, nonostante l’avvio incerto, la Red Bull possa presto superare la Ferrari nello sviluppo della monoposto

Domenica 10 aprile, Charles Leclerc è diventato il 26° pilota nella storia di Formula 1 ad aver effettuato il Grand Slam. Giro veloce, pole nelle qualifiche e vittoria finale non bastano però al giovane pilota Ferrari per dormire sonni tranquilli. Nei suoi pensieri, come ribadito nell’intervista post gara a Melbourne, c’è la monoposto Red bull del rivale Max Verstappen.

“Quest’anno la mentalità è un po’ diversa […] ma stare al passo con Red Bull in termini di sviluppo sarà difficile afferma Charles. Il monegasco sa perfettamente che il campionato è solo all’inizio ma conosce anche i limiti della sua monoposto: “So che ho una macchina capace di vincere e non devo davvero esagerare o fare qualcosa di incredibile per ottenere una o due posizioni, perché so che è la macchina stessa a farlo mentre io faccio il mio lavoro”. Il suo più grande dubbio è se la Ferrari apporterà modifiche e miglioramenti all’incredibile bestia, così come l’ha definita lui stesso dopo la vittoria nel GP d’Australia, con la stessa velocità con cui la Red Bull modifica e aggiorna la sua RB18.

Red Bull deve mettere le ali per vincere

Nonostante le parole di avvertimento di Leclerc, la situazione attuale in casa Red Bull non è delle migliori. In tre gare, la scuderia che ha portato alla vittoria del campionato 2021 Max Verstappen, ha subito ben 3 ritiri per problemi alle vetture. D’altro canto, la Red Bull, a parte i problemi meccanici, è comunque in grado di tenere testa alla Ferrari vista la vittoria a Jeddah e in generale il passo gara che tiene le due vetture di Verstappen e Perez sugli stessi tempi del Cavallino Rampante. La pole di Perez non è stata un caso e la Ferrari guarda la squadra rivale conscia dello sviluppo in corso.

Sempre secondo Charles Leclerc, dopo tre Gran Premi la Red Bull potrebbe aver trovato il ritmo e l’assetto corretto per progredire nello sviluppo, data anche l’inesperienza iniziale dovuta alle nuove regole del 2022 che hanno stravolto le macchine e che potrebbero aver comportato la serie di DNF delle prime gare.

Anche il team principal di Red Bull, Christian Horner ha affermato che preferisce avere un’auto veloce con problemi di affidabilità piuttosto che una lenta, al che Leclerc ha risposto speranzoso: “Lo stesso team che ha creato questa vettura (F1-75) è anche quello che la sta sviluppando per cui sono fiducioso. Al momento, Charles Leclerc è in testa al campionato piloti con 34 punti in più rispetto al secondo che, a sorpresa, è George Russell. Il neo campione 2021 è solo sesto nella classifica, addirittura superato dal compagno Perez per cinque punti.

Valerio Vanazzi

Classe 1999. Laureato in Storia Contemporanea ma anche Perito meccatronico. Appassionato di cinema e motori, nonché grande tifoso McLaren. Da marzo 2022 redattore per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.