DichiarazioniFormula 1

Verstappen: “Hamilton e Vettel nervosi quando vedono Max negli specchietti”

Il padre dell’olandese sostiene che il giovane pilota incuda una certa pressione nei ben più affermati colleghi

L’ex pilota è sicuro che l’aggressività del figlio renda nervosi piloti come Lewis e Sebastian

 

Jos Verstappen, ex pilota di Formula 1 e padre di Max, è convinto che la presenza del figlio negli specchietti di Lewis Hamilton e Sebastian Vettel gli crei nervosismo. L’olandese ha sottolineato che il figlio combatte sempre al limite, il che spesso mette in difficoltà grandi come Hamilton o Vettel.

Max guida sempre al limite. Questo è ciò che la gente vuole vedere. Sebastian Vettel e Lewis Hamilton si innervosiscono sempre quando gli è dietro. Non è bello?”, Ha detto l’ex Arrows e Minardi al quotidiano olandese De Telegraaf. Verstappen ha rinnovato con Red Bull fino al 2023 alla fine di gennaio. L’olandese e il team austriaco hanno così messo a tacere le voci di una possibile firma di Max per la Mercedes. Jos è convinto che il 2020 sarà l’anno della svolta per la Red Bull, che finalmente potrà dare al figlio una macchina da titolo. “Siamo molto felici alla Red Bull e penso davvero che quest’anno saremo più vicini di quanto non lo fossimo la scorsa stagione. Ma vedremo…”, ha proseguito l’olandese.

Capitolo Coronavirus: anche Jos ritiene impossibile annullare interamente la stagione sostendendo che sarebbe una mossa suicida per l’intero sport. “Sono convinto che ci saranno diverse gare. Un anno senza competizione è impossibile, altrimenti ci saranno squadre che falliranno e la gente perderà il lavoro. Ci sono molti contratti in gioco. La salute è ovviamente la cosa più importante, ma fermare l’intera economia per mesi non è un’opzione valida. Tutti devono usare il loro buon senso”, ha aggiunto Verstappen.

Da ricordare il fatto che quest’anno potremo avere più gare sullo stesso circuito, il che sarebbe un vantaggio per le macchine particolarmente conformi al layout del tracciato in questione. Tra le piste pronte al doppio GP, c’è il Red Bull Ring, dove Max ha dominato nelle ultime due stagioni. “Si ovvio, le macchine che vanno forte su piste come l’Austria avranno un vantaggio, ma si correrà due volte anche a Silverstone e li l’anno scorso è andata forte la Mercedes. In questo momento l’importante è correre”.

In più parlando di prevenzione, Jos non crede sia impossibile mantenere il metro di distanza all’interno di un box. “Se non c’è pubblico non c’è molta differenza. Ma tutti dovranno essere controllati in anticipo. Ci sono 15 persone che lavorano su un’auto di Formula 1 in uno spazio molto piccolo, quindi non puoi mantenere la distanza di un metro e mezzo. Anche l’assenza di giornalisti è un vantaggio: Max avrà meno interviste”, ha concluso Jos Verstappen alla fine.

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button