DichiarazioniFormula 1

Verstappen e Red Bull pronti a lottare per il titolo

Il campioncino olandese è pronto a dare l’assalto a Lewis Hamilton, impedendogli così di agguantare il record di Michael Schumacher

Lewis Hamilton sembra già indirizzato verso il suo settimo titolo mondiale, ma sulla sua strada si opporrà Max Verstappen, pronto a vincere il suo primo mondiale con la Red Bull

Assieme a Charles Leclerc, Max Verstappen rappresenta il futuro della Formula 1. Il pilota della Red Bull, tuttavia, intende dominare anche il presente, puntando alla vittoria del campionato 2020. Dalla lotta tra la Mercedes e la Scuderia Ferrari avvenuta nella stagione appena terminata, è emerso proprio l’olandese, che con la sua RB15 è riuscito a strappare il terzo posto nella classifica piloti.

Oltre ai diversi errori commessi dai due piloti della scuderia di Maranello, questo grande traguardo è da attribuire alle abilità di Verstappen, che mai prima d’ora si era dimostrato così maturo in pista. Altra grande nota di merito è da conferire al passaggio dai motori Renault a quelli Honda, effettuato dalla Red Bull. Le basi per vincere il primo mondiale di questa nuova decade ci sono tutte.

“Penso di sì”, ha detto Max quando gli è stato chiesto se la Red Bull fosse pronta a scalzare la Mercedes. Siamo nella giusta direzione, non c’è dubbio. Ora si tratta solo capire quanto riusciremo a sviluppare la monoposto per il prossimo anno. So già qualcosa, più o meno. Spero solo sia abbastanza”.

MAX VERSTAPPEN CONTRO TUTTI

“Nel 2020, comunque, non ci saranno cambiamenti reali nelle normative, per cui possiamo semplicemente basarci su ciò che abbiamo ora. Questo è il secondo anno di lavoro con Honda, penso dovrebbe aiutarci. Abbiamo notevolmente aumentato le prestazioni della power unit, sappiamo dove migliorare, lo abbiamo già fatto”.

Alla fine del campionato, Verstappen andrà in scadenza con la Red Bull. A decidere il suo destino, sarà il piazzamento finale raggiunto. “Se vogliamo lottare per il campionato, dobbiamo essere presenti fin dall’inizio”.

“[Quest’anno] sono stato abbastanza consistente. Anche in squadra abbiamo fatto un buon lavoro. Il più delle volte abbiamo massimizzato il risultato. Era l’unica cosa che potevamo fare, specialmente quando all’inizio del campionato non potevamo lottare per la vittoria. Ma stiamo ancora cercando di sorpassare la Ferrari. Se continuiamo così, allora l’anno prossimo saremo forti“.

Topics
Pubblicità

Alberto Lanzidei

Mi chiamo Alberto, ho 24 anni e la mia passione sono le automobili. Seguo con attenzione il mondo delle corse e in particolare la Formula 1, massima espressione del motorsport. Sin dall'adolescenza il mondo dell'informazione sportiva attirava la mia curiosità, senza immaginare che un giorno ne sarei entrato a far parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close