DichiarazioniFormula 1

Verstappen consiglia la Red Bull: “Investiamo sul 2021”

L’olandese teme che il suo team possa commettere l’errore di pensare alla prossima stagione troppo in anticipo, perdendo così la grande occasione di battere Mercedes

Verstappen teme che un errore di valutazione nella gestione del budget possa pregiudicare l’attuale stagione

Con la Red Bull in forma smagliante, primissima rivale di Mercedes, in molti credono che il team austriaco possa seriamente impensierire i campioni del mondo in carico per la vittoria mondiale. E, così, crescono anche i dubbi, quelli tipici e ricorrenti di ogni anno, riguardo la gestione economica del budget, che nell’ultimo anno si è ancora più ridotto per far fronte alla crisi Covid-19.

Max Verstappen, attualmente leader della classifica iridata piloti, ha caldamente consigliato alla sua squadra di non perdere di vista gli obbiettivi di questa stagione per concentrarsi solo ed esclusivamente su quella futura, perdendo dunque una concreta possibilità di trionfo in pista.

VERSTAPPEN CONSIGLIA RED BULL: “INVESTIAMO NEL 2021 E PROVIAMO A VINCERE

Per questo motivo, l’olandese di casa Red Bull incoraggia il team austriaco a continuare a investire nel 2021, percorrendo una strada diversa da quella già intrapresa da Mercedes, che ha invece deciso di portare solo piccoli aggiornamenti nel corso di quest’anno, per prepararsi al meglio in vista del 2022. “La mia opinione è che, finché abbiamo buone possibilità di vincere il titolo, non dobbiamo arrenderci. Certo, è difficile dire: ‘Quest’anno è difficile, ma l’anno prossimo possiamo vincere.’ Non lo so.  E’ ovvio che se abbiamo delle opportunità quest’anno, vogliamo approfittarne. Penso che abbiamo abbastanza persone nel team da poter sviluppare una buona monoposto anche per il prossimo anno“, ha dichiarato Verstappen a Motorsport-Total.

Come riporta Soymotor.com, Christian Horner è consapevole che la vittoria iridata sarà determinata dai piccoli dettagli: “Rimarrà così se le prestazioni delle vetture continueranno a essere così ravvicinate. Questo è ciò che rende questa stagione tanto eccitante“. D’altronde, sappiamo che la Formula 1 è uno sport imprevedibile in cui un singolo millesimo può fare la differenza. A Baku, per esempio, i colpi di scena non sono mancati: Verstappen e Hamilton avrebbero infatti potuto guadagnare molti punti l’uno sull’altro, ma alla fine tutto è rimasto uguale.  “Max avrebbe potuto aumentare il suo vantaggio in campionato di dieci o 11 punti se avesse finito, dato che c’erano cinque giri da percorrere. Avrebbe avuto 15 punti di vantaggio. Allo stato attuale, sono quattro punti di vantaggio dopo che sembrava che sarebbe stato di 21 punti dietro. Tutto va da una parte all’altra“, ha sottolineato a proposito Horner.

Erika Mauri

Metà brianzola e metà romana, ho una Laurea Triennale in Lingue Straniere e una Laurea Magistrale in Linguistica, entrambe conseguite nella Capitale; da sempre amo scrivere e lavorare con la lingua italiana in tutte le sue forme. Mi definisco una persona dinamica, intraprendente, coraggiosa e amante delle sfide, faccio della mia capacità organizzativa e del problem solving due delle mie qualità migliori, insieme alla facilità di collaborare con altri in gruppo e a un pizzico di anticonformismo. Amo viaggiare e sono appassionata di tecnologia, spazio, cinema, musica, lettura e, ovviamente, di Formula 1.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.