DichiarazioniFormula 1

Verstappen: “Alonso e Hamilton tra i migliori della storia”

Secondo l’olandese le scelte sbagliate non rendono un pilota pessimo, perciò prende come esempio l’asturiano, inoltre si sofferma sui motivi di un eventuale e futuro ritiro del sei volte Campione del Mondo

Max Verstappen afferma che prendere decisioni sbagliate non rende un pilota pessimo. L’olandese prende come esempio Fernando Alonso, che ha optato per andare alla McLaren in un momento difficile del team, ma nonostante ciò reputa lo spagnolo uno dei più grandi di tutti i tempi

Max Verstappen ha insistito su quanto i piloti di Formula 1 dipendono molto dalla vettura che è nelle loro mani. L’olandese ha sottolineato che, ad esempio, Fernando Alonso avrebbe vinto il titolo se fosse stato in Mercedes. “Hamilton è uno dei migliori piloti nella storia della Formula 1 ma, come ho già detto, dipendiamo molto dalla monoposto che abbiamo a disposizione, quindi se per esempio Fernando Alonso gareggiasse con quella vettura, avrebbe vinto anche lui i campionati”, ha così affermato Verstappen nelle dichiarazioni rilasciate per la rivista Autocar.

Tuttavia, l’olandese della Red Bull ricorda che una decisione sbagliata non rende un pilota pessimo o non capace. “A volte, come sfortunatamente è accaduto a Fernando Alonso, capita di approdare in un team nel momento sbagliato e quindi non riesci a vincere, ma ciò non significa che non sei un buon pilota, anzi sono fermamente convinto che Fernando sia uno dei migliori in circolazione”, ha così proseguito, discutendo anche dell’eventuale e futuro ritiro del sei volte Campione del Mondo.

SECONDO L’OLANDESE IL RITIRO DI HAMILTON DIPENDERA’ DALLA MERCEDES

Max Verstappen ritiene che il ritiro di Lewis Hamilton dalla Formula 1 dipenda più dalla squadra per cui gareggia che da lui, poiché crede che quando non avrà più una monoposto vincente, se ne andrà, perciò ha affermato: Il ritiro di Lewis dipenderà dalla squadra, non da lui. Se la Mercedes continuerà a produrre monoposto così dominanti, allora continuerà a vincere e quindi rimarrà il più a lungo possibile sicuramente”. Infine l’olandese ha assicurato di essere fiducioso delle sue opzioni per il 2020, concludendo così: “Sono fiducioso ma, ovviamente, dobbiamo lavorare intensamente perché c’è molto da migliorare.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button