Formula 1Test Bahrain

Test Bahrain, day 1: Red Bull come benchmark, buoni segnali in Ferrari

Oggi si é conclusa la prima giornata di test pre stagionali in Bahrain. Vediamo cosa é successo e quali sono state le prime impressioni

Oggi primo giorno di Test in Bahrain: Verstappen al top, ma buoni segnali anche dalla Ferrari. Ecco cosa é successo

Oggi ha avuto luogo la prima delle tre giornate di test in Bahrain: si tratta di un momento fondamentale per una prima valutazione delle prestazioni delle monoposto e delle novitá apportate. Ancora una volta Sahkir ci regala la fotografia di una Red Bull interessante, solida e costante nelle prestazioni con un Verstappen che pare riprendere esattamente da dove aveva lasciato nel 2023.

Sessione mattutina: Red Bull solida, Ferrari risponde bene

Nel corso della sessione mattutina si sono viste delle ottime prestazioni per Charles Leclerc che ha corso quasi in simulazione gara. Sebbene qualche bloccaggio, il monegasco performa bene piazzandosi al secondo posto. Strabilianti ancora una volta le prestazioni del tre volte campione del mondo Max Verstappen che ha mantenuto intorno ai sette decimi di vantaggio sul pilota della rossa. Inoltre, da ricordare il piccolo cedimento sul muso della RB20, nonché uno schiacciamento che avviene a certe velocitá a seguito dell’allegerimento della vettura.

Quanto alla McLaren, la MCL38 ha fatto pochi giri in mattinata e inoltre Piastri ha anche perso il corner posteriore destro della vettura, ciononostante il pilota australiano ha mantenuto un passo costante. In Alpine Ocon ha mostrato molta fatica nel tenere in pista la sua vettura; problemi anche per Albon della Williams che é costretto a fermarsi. Molto stabile appare la Racing Bulls di Tsunoda, visibilmente simile alla Red Bull. Anche la Mercedes di Russell ha girato poco in questa sessione: 39 giri in totale e un nono posto per il pilota inglese.

Alonso ha massimizzato gli ultimi 90 minuti di riprese e ha completato più giri di chiunque altro in questa mattina. L’asturiano ha superato la distanza totale di gara e chiuso la prima delle due sessioni mattutine che completerà in questa pre-stagione con 77 giri. Molto buona partenza per Aston Martin, l’unico team motorizzato Mercedes senza problemi di affidabilità, dato che Alexander Albon ha dovuto lasciare la sua Williams pochi minuti prima.

 

Sessione pomeridiana: ottimi segnali di Sainz

Nel corso della sessione pomeridiana Verstappen si conferma ancora una volta il punto di riferimento con ben 142 giri concludendo con un tempo formidabile di 1:31.344  e dimostrando ancora di avere una vettura stabile. A seguire, Lando Norris con ben 71 giri completati.

Aston Martin sembrava aver fatto un passo indietro nella prima metà della sessione serale, con solo dieci giri per Lance Stroll. Daniel Ricciardo è stato quarto, con Pierre Gasly quinto e Lance Stroll sesto, quest’ultimo con uno spavento nel tratto finale dopo aver perso lo specchietto retrovisore sinistro. Leclerc e Alonso hanno resistito rispettivamente al settimo e all’ottavo posto nel calcolo generale della giornata con il cronometro che hanno segnato questa mattina.

Importante il segnale positivo da parte di Sainz che, con grande facilitá, fa un ottimo terzo tempo. Lo spagnolo é sceso in pista per primo con i tubi Venturi visibili. Soddisfatti in Mercedes con Russell che supera i 100 giri. Ancora problemi per la Williams con Sargeant che finisce sulla ghiaia dopo un testacoda. Pare che la vettura abbia avuto problemi all’albero della trasmissione

Classifica conclusiva test day 1

Ecco la classifica conclusiva per il giorno 1 di Test in Bahrain:

 

Federica Incatasciato

Siciliana, classe '97, a Torino. Ho una laurea magistrale in Ingegneria Biomedica. Sono perfezionista fino al midollo e super scaramantica, cerco di sfruttare sempre il mio tempo in maniera proficua per imparare più cose possibili. Mi piace leggere e scrivere di politica, storia, letteratura e Formula 1. Fin dal liceo ho coltivato la mia passione per le auto da corsa e in particolare per la Formula 1. Essendo un'ingegnere, della Formula 1 mi affascina molto tutto il lavoro che c'è dietro a quelle monoposto, frutto di studio, strategia e collaborazione all'interno del team.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio