DichiarazioniFormula 1

Caso Horner, Wolff: “Tante speculazioni, situazione da chiarire”

Il team principal della Mercedes sprona la FIA a un’indagine precisa e rigorosa, consapevole della questione delicata che sta interessando la Red Bull in queste settimane

Secondo Wolff la Formula 1 è uno sport mondiale che ha anche delle responsabilità sociali, compromesse dalla tante speculazioni sul caso Horner

Nonostante l’avvio dei test pre-stagionali, le ultime notizie sul mercato piloti e l’imminente inizio del mondiale 2024, in Formula 1 non si parla d’altro se non del caso che sta interessando Christian Horner e la Red Bull. Del resto, si tratta di una questione piuttosto delicata, che potrebbe valere il posto dell’attuale team principal della scuderia. Secondo gli ultimi rumors, infatti, l’addio forzato tra Horner e il team austriaco potrebbe essere confermato il prossimo mercoledì. Tuttavia, nel frattempo, sono in molti ad aver detto la propria sulla situazione, tra cui anche lo stesso Toto Wolff.

Il team principal della Mercedes, ultimamente al centro dell’attenzione prima per l’indagine della FIA e poi per via dell’addio di Lewis Hamilton programmato per il prossimo anno, ha sottolineato come sia importante che la cosa venga chiarita al più presto, dato che ne va anche dell’immagine della stessa Formula 1. Tra le righe, Wolff ha chiesto alla Federazione “un processo rigoroso“, che secondo la sua opinione è già affiancato da un’indagine parallela portata avanti dalla stessa Red Bull.

L’IMPEGNO DELLA FORMULA 1 SECONDO WOLFF

Se questa indagine viene condotta nel modo giusto, con trasparenza e rigore, penso che si tratterà di qualcosa di importante a cui guardare. Sarà opportuno guardare ai risultati e alle considerazioni che emergeranno, cosa significa una situazione di questo tipo per la Formula 1 e cosa possiamo imparare da tutto questo“, ha dichiarato Wolff durante un’intervista rilasciata in occasione della prima giornata di test e riportata da Motorsport.

Dobbiamo poter parlare con serenità di monoposto. Vogliamo parlare di motorsport. Queste questioni sono molto critiche e riguardano più che altro la squadra“, ha sottolineato il team principal della Mercedes, evidenziando come il caso Horner-Red Bull rappresenti una situazione che potremmo definire di “lavaggio in casa dei propri panni sporchi“. Questo, naturalmente, non significa che Wolff abbia sminuito il problema, anzi. Secondo il tedesco, si tratta comunque di un problema molto importante che potrebbe avere ripercussioni sull’intera Formula 1 e su tutti coloro che ne fanno parte.

Ormai penso che sia chiaro“, ha continuato Wolff. “Difendiamo l’inclusione, l’uguaglianza, l’equità e la diversità. Non si tratta di parlarne solo in questa occasione. È qualcosa che deve essere vissuto giorno per giorno. […] Siamo uno sport mondiale, una delle categorie più grandi al mondo. Siamo dei modelli da seguire. Ci sono molte speculazioni in corso nelle ultime settimane, stanno accadendo molte cose“.

Di conseguenza, le conclusioni di Wolff sul caso Horner sembrano puntualizzare sul fatto che la situazione non sia ancora del tutto chiara e che le voci sul team principal della Red Bull si stiano diffondendo a macchia d’olio, spesso non supportate da fatti o prove evidenti. Rimane da chiedersi, tuttavia, come si concluderà questa vicenda così delicata…

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio