Formula 1Test Bahrain

Test Bahrain Alonso: il programma di lavoro con Renault

Il pilota asturiano torna in pista per due giorni in Bahrain. Guiderà la Renault RS18, con l’obiettivo di fare chilometri e ritrovare la velocità

Questa settimana Fernando Alonso svolgerà una sessione di test di due giorni in ottica 2021 e il suo ritorno in F1. Guiderà la Renault RS18 sul circuito del Bahrain

In una Formula 1 caratterizzata da test sempre più limitati, qualsiasi opportunità per provare è fondamentale, anche se il pilota in questione si chiama Fernando Alonso ed è stato più di un anno fuori dal grande circo. Per questo motivo, Renault ha organizzato una sessione di test in Bahrain, per questo mercoledì e giovedì, per aiutare il due volte Campione del Mondo nel suo percorso di rientro nella categoria regina.

Una sessione di test di due giorni sul circuito del Sakhir, organizzata come se fosse un vero e proprio weekend di gran premio. Per quest’occasione lo spagnolo tornerà al volante della Renault RS18, la monoposto con la quale il connazionale Carlos Sainz Jr. e Nico Hulkenberg hanno corso nella stagione 2018. Questa volta, a differenza di un filming day, non ci saranno limiti di chilometraggio.

L’obiettivo di questi due giorni di test, è quello di permettere ad Alonso di percorrere più chilometri possibili, per riprendere familiarità e confidenza con una monoposto di Formula 1, ritrovare la velocità, oltreché alle varie procedure che richiede un gran premio, in vista del suo ritorno nella categoria dalla stagione 2021.

FERNANDO LAVORERA’ SULLA VELOCITA’ E SIMULAZIONI DI GARA

Il programma di lavoro di Fernando Alonso sarà così caratterizzato:

Mercoledì 04 novembre 2020

Il primo giorno proverà con le gomme soft, alla ricerca della velocità. Farà molti short run per poter adattarsi alla velocità di una Formula 1 e riprendere confidenza con la monoposto.

Giovedì 05 novembre 2020

Nella seconda giornata, Fernando lavorerà con le gomme dure e si dedicherà ai long run, con delle vere simulazioni di gara.

Fernando Alonso come abbiamo detto poc’anzi, guiderà una monoposto del 2018, la stessa che grazie al super lavoro di Sainz e Hulkenberg, ha permesso alla Renault di conquistare la quarta posizione nella classifica costruttori, alle spalle di Mercedes, Ferrari e Red Bull.

Qualche settimana fa, lo spagnolo ha guidato la RS20 in occasione del filming day a Barcellona, al termine del quale ha ammesso di aver trovato una vettura molto veloce, anche se non ha avuto la possibilità di spingerla al limite. Sicuramente questa settimana, durante questa sessione di test ci proverà.

Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.

Utilizziamo servizi di terze parti per analizzare il traffico sul nostro sito e restare in contatto con i nostri visitatori. Vengono quindi trattati dati anonimi di navigazione e altri dati simili per mezzo di cookie, come indicato nelle nostre policy. Accettando l’uso dei cookie ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore con i nostri servizi.