Curiosità dalla F1Formula 1

Szafnauer lascia Aston Martin

Una nota ufficiale della squadra fa sapere che il team principal e CEO ha abbandonato il suo incarico

Il dirigente sportivo non sarà più al timone del team nella prossima stagione di Formula 1

Otmar Szafnauer lascia Aston Martin con effetto immediato. Si interrompe così un rapporto di lavoro iniziato nel 2009, quando la squadra era denominata Force India. A comunicarlo è una nota ufficiale del team, secondo cui adesso sarà necessario “un po’ di tempo per studiare tutte le opzioni e potere in seguito annunciare la nuova struttura organizzativa“. Nel comunicato Aston Martin ringrazia Szafnauer per il “prezioso lavoro svolto negli ultimi 12 anni”, e gli augura il meglio per un futuro nel quale “certamente le nuove sfide non mancheranno”.

QUALE ORGANIZZAZIONE PER ASTON MARTIN?

A settembre 2021 Martin Whitmarsh si era unito al team nel ruolo di supervisore e consulente strategico. Questa mossa aveva spinto molti a ipotizzare che un cambio ai vertici della squadra fosse imminente. Sentendosi accostato all’Alpine, Szafnauer aveva negato, assicurando che non avrebbe lasciato Aston Martin. Adesso che invece lo statunitense è effettivamente uscito di scena, restiamo in attesa di capire se Whitmarsh ne prenderà il posto o se la riorganizzazione della squadra avrà altre sorprese in serbo. Allo stesso modo, siamo curiosi di scoprire quale sarà la nuova destinazione di Szafnauer.

Aston Martin è reduce da una stagione deludente, conclusa al settimo posto tra i costruttori. Nonostante le ottime premesse di inizio anno, la vettura si è rivelata problematica, e i risultati ne hanno risentito. Nel 2022 ci si aspetta da parte del team con sede a Silverstone un netto cambio di passo. Vedremo a chi spetterà l’onore e l’onere di guidare Aston Martin nel suo tentativo di scalata della classifica iridata.

 

Alessandro Bargiacchi

Sono toscano doc, nato a Firenze nel 1992. Adesso vivo in Casentino. Ho una laurea triennale in scienze politiche e una magistrale in semiotica. Adoro la musica e il teatro, così come lo sport, e a queste passioni cerco di dedicare tutto l'impegno e il tempo possibile. I miei primi ricordi legati a un Gran Premio 1 risalgono a Silverstone 1999, alle immagini sbiadite di Schumacher che colpisce violentemente le barriere di protezione. Negli anni, crescendo e cominciando a capire un po' meglio come funziona una gara automobilistica, sono diventato un vero appassionato di Formula 1, con un sincero amore sportivo nei confronti di Kimi Räikkönen, che ho avuto la fortuna di tifare per 20 anni.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.