DichiarazioniFormula 1

Stewart: “Impaziente del ritorno della Formula 1 a Zandvoort”

Il tre volte campione del mondo è felice del ritorno del Circus in una venue leggendaria

Dal 2020 la Formula 1 tornerà in Olanda, nello storico circuito di Zandvoort. Sir Jackie Stewart, tre volte vincitore del GP d’Olanda, non vede l’ora che la Formula 1 torni a correre in Olanda 35 anni dopo l’ultima gara disputata

Il circuito di Zandvoort, casa del GP d’Olanda in tutte e trenta le sue edizioni, è un circuito leggendario che rievoca vecchie memorie. La pista, nella sua configurazione più recente, non è adatta alle monoposto che corrono attualmente in Formula 1 e dal 2018, anno dell’annuncio della riapparizione della location nel calendario, ha subito un processo di restyle. Uno dei più impazienti di vedere come si comporterà il nuovo tracciato è Sir Jackie Stewart, tre volte vincitore in Olanda.

“Sarà fantastico” – afferma Stewart, che prosegue –“ma sarà molto difficile arrivare ed andarsene dal circuito. Anche ai miei tempi era un problema. Tutti i piloti alloggiavano al Palace Hotel nella cittadina di Zandvoort ed arrivavano a piedi alla pista, per noi era più facile”. Aggiunge poi l’ex-pilota Tyrell: “Non so dove staremo e dove passeremo la notte, ma spero di essere lì comunque”.

EVENTO SIMBOLICO IN OLANDA

Main sponsor dell’evento sarà Heineken, famoso birrificio olandese, di cui Stewart è uno degli ambasciatori nel mondo. “E’ un’ottima compagnia” – dice l’ex proprietario della Stewart GP ai microfoni di Motorsport.comConosco Freddy Heineken, colui che ha reso la Heineken un brand internazionale, da molto tempo. Tempo fa disse di non voler essere coinvolto in alcun modo nel motorsport. Quando riuscimmo a convincerlo ad investire nella Formula 1 fu una svolta. Nessuno lo credeva possibile. Quello Formula 1 ed Heineken è un binomio vincente, ed è stato utile soprattutto all’azienda olandese, dato che è attiva in tutto il mondo e non c’è niente di più internazionale della Formula 1″.

Oltre al produttore di birra olandese, ci sarà un altro prodotto made in Holland che troverà in Zandvoort un’ottima passerella. “Qual è il suo nome? Potete ripetermelo per favore?” – scherza Stewart riferendosi a Max Verstappen, pilota olandese con cittadinanza Belga, idolo dei tifosi. Ovunque vada, la “marea arancione”, i suoi tifosi più accaniti, lo seguono con passione, e adesso avranno l’opportunità di vederlo correre in casa. Il parere di Stewart su Verstappen è molto positivo: “E’ veramente molto bravo e guida in maniera più matura con l’avanzare del tempo. Compie scelte sempre più intelligenti e sceglie sempre meno soluzioni che possano ritorcerglisi contro”.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button