DichiarazioniFormula 1Formula 2

Latifi: “Ispirato da Albon, Norris e Russell”

Il pilota Williams, unico rookie della prossima stagione, spera di poter fare bene come i colleghi più giovani che lo hanno preceduto

Nicholas Latifi, dal 2020 pilota Williams al fianco di Russell, crede di poter fare bene nel primo anno in Formula 1. Punti di riferimento per il canadese sono Albon, Norris e lo stesso Russell, che hanno stupito alla loro prima stagione in Formula 1

Nel 2019 ben tre piloti sono stati promossi dalla Formula 2 alla Formula 1, tra cui George Russell, fresco vincitore del campionato della categoria cadetta. Insieme all’inglese, anche Alexander Albon e Lando Norris hanno trovato spazio in scuderie della massima categoria. Il 2020 vedrà un unico pilota ascendere al ruolo di guida in Formula 1, Nicholas Latifi. Il canadese, che nel 2019 ha ottenuto quattro vittorie in Formula 2 ed ha sfiorato l’impresa nel campionato, vuole prendere esempio dai colleghi che lo hanno preceduto.

Credo che andando anche più indietro nel tempo, Charles (Leclerc) e Pierre (Gasly) abbiano dato prova di come la Formula 2 sia capace di formare buoni piloti– sostiene Latifi, come riportato dal sito Crash.net. “I piloti promossi in Formula 1 hanno provato di essere validi già da subito, questo sicuramente mi dona molta confidenza. Spero di riuscire ad emularli”.

VECCHIE E NUOVE CONOSCENZE

“Certo, l’anno scorso non ho vinto il campionato, così come Lando ed Alex l’anno precedente, ma entrambi stanno facendo veramente bene lo stesso. L’aver perso il campionato è brutto, ma ciò non significa che non sarò in grado di fare quello per cui sono stato chiamato” – dichiara il pilota ventiquattrenne della Williams. “La griglia è formata da molti giovani con i quali ho già gareggiato. Sotto questo punto di vista, c’è già familiarità con alcuni di loro. Non sarà un salto nel vuoto totale”.

Latifi si aspetta comunque delle sfide derivanti dal correre contro i piloti più esperti: “Correre contro i piloti più affermati sarà duro. Ho svolto alcune sessioni di FP1, quindi sono già sceso in pista con loro, ma credo che sarà eccitante competere in gara per la prima volta. Come ho detto, sarà una sfida. Non sappiamo esattamente dove mi posizionerò rispetto a George all’inizio della stagione, ma farò tutto il possibile per ottenere il massimo“.

Pubblicità

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, sono uno studente di Laurea Triennale in Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button