Formula 1

Steiner: “Niente aumento di budget in futuro”

Il Team Principal della Haas ha dichiarato il suo dissenso su un possibile aumento al budget cup inserito in F1

Il team principal della Haas, Guenther Steiner, ha dichiarato che la Formula 1 non potrà aumentare il suo budget cup dopo “essersi accontentato” dell’importo di 175 milioni di dollari.

Nel 2021 infatti, in Formula 1 verrà introdotto un limite di budget nel tentativo di avvicinare potenziali nuovi team e offrire maggiori possibilità ai team più piccoli di ottenere il successo.

I principali costruttori come Mercedes e Ferrari sono tenuti a ridurre drasticamente le loro spese nel bilancio, al fine di soddisfare le normative o rischiare una severa punizione.

IL BILANCIO DELLA HAAS

La Haas, che è entrata a far parte della griglia della massima serie automobilistica nel 2016, è “abbastanza conservatrice” con le sue spese secondo lo stesso team principal Guenther Steiner: “Abbiamo detto che avremmo continuato con la linea che abbiamo sempre attuato. Siamo abbastanza conservatori con queste cose. Faremo ciò che stiamo facendo e proveremo a farlo nel miglior modo possibile“.

IL BILANCIO DEI GRANDI TEAM

Steiner ha riconosciuto che per i grandi team, sarà un compito difficile ridurre la propria spesa annuale a 175 milioni di dollari:  “Che cosa è principalmente, non aumenteremo il divario”, ha affermato. “Le grandi squadre devono diminuire un po’ i loro budget. Già per loro, è un compito difficile da fare. Ma la cosa migliore da fare non è aumentare il budget perché in questo modo si aumenta ulteriormente il divario”.

LE CONSEGUENZE DI UN BUDGET ALTO

Steiner ha aggiunto che piccoli aumenti del budget massimo avranno importanti implicazioni per i team più piccoli rispetto ai più grandi, che hanno maggiori possibilità di spesa: “Non avrebbe senso essere qui se il divario fosse di due secondi. Se ci pensi, se hai un budget di 300 milioni e lo aumenti del 5% per una grande azienda, non sono molti soldi”.

Aggiunge: “Ma per noi, il 5% è il 10% e non possiamo farlo. Maggiore è il budget, maggiore è il numero percentuale per noi. In primo luogo è un ottimo passo, ma dobbiamo vedere come funziona, dobbiamo vedere tutte le sfumature e partire da lì”.

Pubblicità

Ruggiero Dambra

Mi chiamo Ruggiero e sono un ragazzo pugliese di 23 anni, studente di giurisprudenza (presso l'Università degli Studi di Bari) e appassionato di Formula 1 fin da bambino. La mia "carriera" come editore inizia nel 2013 con la creazione di un piccolo blog dedicato inizialmente alla cronaca, per poi occuparsi di motorsport. Successivamente ho scritto per diversi siti riguardanti la F1, fino ad iniziare la mia avventura con F1world nel settembre 2018. Quando mi chiedono chi vincerà il mondiale secondo me, io rispondo: "Il migliore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button