DichiarazioniFormula 1Gran Premio Gran Bretagna

Sprint Race, se necessario le regole potrebbero cambiare

Secondo Michael Masi in caso di criticità il format sperimentale potrebbe essere facilmente modificato in futuro

Secondo il delegato alla sicurezza della Massima Serie Michael Masi le regole della Sprint Race potrebbero subire variazioni qualora necessario

Il prossimo GP di Gran Bretagna sarà il primo banco di prova per la tanto discussa Sprint Race. La gara sostituirà a tutti gli effetti la Qualifica del sabato e deciderà la griglia di partenza della domenica. La distanza abbreviata della manche (solo 100 km da effettuare) e la mancanza dell’obbligo di effettuare almeno un pit stop potrebbero aggiungere pepe al weekend così come successo in passato nelle categorie minori. Nonostante lo scetticismo di alcuni, il Direttore di Gara e responsabile della sicurezza Michael Masi ha assicurato che le regole della Sprint Race potrebbero essere facilmente modificate in futuro qualora si presentassero eventuali criticità.

Siamo stati molto fortunati – ha dichiarato l’australiano – “abbiamo avuto piena collaborazione sin da inizio anno. Abbiamo svolto molti incontri coinvolgendo membri di ogni team, delegati FIA e ovviamente i responsabili della Formula 1. Tutti sono preparati all’evenienza che si verifichino situazioni alle quali non avevamo pensato. Siamo però anche tutti pronti ad incontrarci dopo la conclusione della sessione per analizzare quali aspetti abbiano funzionato e quali no“.

“Onestamente è la prima volta in cui tutti sono coinvolti nella decisione. E’ qualcosa di nuovo per noi, soprattutto se si considera la portata della Formula 1. Tradizionalmente i regolamenti sono stati strutturati sempre nella direzione di un’unica gara, non c’è mai stata una Qualifica Sprint. Tutti sono in fibrillazione e ognuno di noi ha ben chiaro che bisogna lavorare tutti insieme anche e soprattutto nel caso qualcosa non funzioni per assicurare il successo dell’esperimento”. 

 

Matteo Tambone

Mi chiamo Matteo, studente magistrale di Fisica presso l'Università Federico II di Napoli. Velista e windsurfer, mi piace considerarmi uno sportivo a tempo pieno. Appassionato di Motorsport in tutte le sue forme, seguo la Formula 1 da sempre ed è uno dei miei argomenti di discussione preferiti.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.