DichiarazioniFormula 1Gran Premio Gran Bretagna

Silverstone disponibile ad ospitare più di un Gran Premio

Il boss del circuito britannico ha affermato che lì si potrebbe correre anche per tutto l’anno, non avendo i problemi dei circuiti cittadini

Il responsabile del circuito di Silverstone, Stuart Pringle, ha espresso la sua disponibilità nel correre anche più di una gara sul circuito inglese in questo 2020. Se da un lato dunque non è ancora certo che il Gran Premio in programma a Silverstone il 19 luglio si correrà, dall’altro lato gli organizzatori della gara si dicono pronti ad ospitare anche più di un GP una volta che l’epidemia di Coronavirus sarà passata.

L’eventuale scelta di correre più di una gara sul circuito inglese sarebbe possibile anche per via del fatto che Silverstone non ha problemi di organizzazione come hanno invece i circuiti stradali.

Tutto quello che ho fatto è dire alla Formula 1 che siamo disposti a lavorare con loro in qualsiasi modo che ritengono sia nel migliore interesse del campionato“, ha spiegato Stuart Pringle. “La maggior parte delle squadre è a un tiro di schioppo dal circuito, quindi dal punto di vista operativo sarebbe piuttosto semplice. Abbiamo l’infrastruttura fissa, il personale potrebbe tornare a casa nei propri letti la sera stessa, quindi se è così che possiamo aiutare, sarei felice di farlo“.

L’INCOGNITA: LE CONDIZIONI ATMOSFERICHE IN GRAN BRETAGNA

Siamo una sede fissa. Non siamo come un circuito cittadino, abbiamo allestimenti e infrastrutture fissi e abbiamo anche un team di incredibile esperienza, sappiamo cosa stiamo facendo, quindi possiamo permetterci di usare il mese di aprile per prendere una decisione riguardo la Formula 1. Potremmo correre per tutto l’anno. Ma c’è un motivo per cui corriamo durante l’estate britannica, perché è il periodo migliore dell’anno per le condizioni atmosferiche“.

Non è un caso che Wimbledon, il British Grand Prix e il The Open di golf siano inseriti in una finestra piuttosto stretta. E’ perché ci sono le possibilità maggiori che le condizioni atmosferiche siano buone. Ci vorranno quattro settimane per verificare se la nostra data del 19 luglio potrà essere confermata o meno“, ha concluso il capo del circuito di Silverstone Stuart Pringle.

Pubblicità

Luca Brambilla

Studente universitario all'università di Trento. Redattore presso F1world.it. Appassionato di giornalismo, cinema e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button