2019DichiarazioniFormula 1

Seidl: “Norris e Sainz sono il futuro della McLaren”

Il Team Principal della squadra di Woking elogia la sua attuale line up di piloti, definendoli fondamentali per la crescita del team

Il Team Principal della McLaren, Andreas Seidl crede che i due attuali piloti della squadra, Carlos Sainz e Lando Norris siano il futuro della McLaren e li considera i piloti giusti per far avanzare la squadra

La McLaren occupa attualmente la quarta posizione nel Campionato Costruttori, davanti alla Renault che gli ha fornito il motore. Il team è stato in grado di superare la barriera dei 100 punti per la prima volta dal 2014. “Penso che non abbiamo alcun dubbio sul fatto che questi due ragazzi siano il futuro per noi. Avere questa certezza è fantastico sia per noi che per l’intera squadra, perché ci aiuta a concentrarci sulla nostra condizione che è quella di produrre una monoposto più veloce e migliorare sempre di più come squadra” ha così affermato Seidl.

Il Team Principal della McLaren ha affermato di vedere un gran potenziale tra i suoi due piloti, non solo perché entrambi lavorano duramente in pista, ma anche perché sono in grado di mantenere alto il morale del team tra ingegneri e meccanici sia nei momenti positivi che in quelli negativi. Perciò a riguardo ha dichiarato: “Carlos e Lando hanno la capacità di aiutarmi e aiutare la squadra a mantenere alto il morale e l’atmosfera nei momenti difficili, per motivare i ragazzi a tenere la testa bassa e tornare in pista più forti che mai”.

SAINZ E NORRIS FONDAMENTALI PER FAR CRESCERE IL TEAM

Seidl ha anche citato i piloti come una parte fondamentale per far crescere il team in futuro, poiché la McLaren nel 2021 sarà motorizzata nuovamente Mercedes, perciò ha concluso dicendo “Vedo un enorme potenziale con entrambi i piloti, penso che possano essere il futuro di questa squadra. Sta a noi migliorare come team e dare loro una monoposto migliore e quindi speriamo che possano crescere insieme a noi per diventare i migliori piloti, sperando di lottare per il podio e talvolta per vincere le gare”.

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close