DichiarazioniFormula 1

Sainz: “McLaren è una delle vetture più difficili da sorpassare”

Il pilota spagnolo parla del suo ex team, affermando quanto sia complicato superare le monoposto color papaya in pista

Carlos Sainz asserisce che McLaren è una delle vetture più difficili da sorpassare in gara

Carlos Sainz e McLaren, da alleati a rivali nel giro di una stagione. Nonostante questo, da parte dell’attuale pilota Ferrari ci sono sempre parole di elogio per la sua ex squadra. Parlando dello scorso Gran Premio di Gran Bretagna, lo spagnolo Sainz afferma quanto sia difficile sorpassare le monoposto di Norris e Ricciardo, poiché dotate di velocità e potenza davvero molto performanti. 

Ai colleghi di Motorsport, dichiara Sainz: “Sfortunatamente, mi è successo un po’ di volte di rimanere dietro ad una McLaren. Non sono riuscito a superare. Ma non è una novità, hanno una velocità in rettilineo molto forte, un dispiegamento molto performante e una potenza in uscita di curva che è ottima. McLaren è sicuramente una delle vetture più difficili da sorpassare in pista”.

Purtroppo siamo stati un passo indietro rispetto a Ricciardo per tutta la gara a Silverstone. Prima sulla media, poi siamo riusciti a scavalcarlo con un ritmo molto forte durante i giri con aria più pulita. Ma sfortunatamente dopo il pit-stop lento sono dovuto andare di nuovo dietro di lui. Con la gomma dura è stato ancora più difficile sorpassarlo perché sembrava che la gomma dura ad alta velocità non riuscisse a sopportare il carico dell’aria sporca. Stavo sottosterzando molto di più, e non riuscivo a tenere il passo con Ricciardo”, prosegue Sainz. 

CONFRONTO FERRARI-MCLAREN: IL PENSIERO DI BINOTTO

Anche il team principal di Scuderia Ferrari dice la sua opinione riguardo il confronto Ferrari-McLaren: “Se si opera un confronto con la gara in Austria, Norris è salito sul podio facendo una gara fantastica. Ma se analizziamo il tutto, il suo passo gara era molto simile al nostro. Noi di Ferrari eravamo semplicemente bloccati nel traffico. Penso che essere in vantaggio dall’inizio del Gran Premio sia sicuramente fondamentale”. 

Nel Gran Premio a Silverstone, invece, la storia è stata diversa. Charles era davanti e abbiamo potuto fare il nostro ritmo. Invece Sainz era bloccato dietro Ricciardo senza aria pulita. Lì, il problema non è stato il ritmo, ma la velocità di McLaren”, afferma deciso Binotto per concludere. 

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.