Formula 1Gran Premio Italia

Sainz, a Monza sensazioni positive per la Ferrari

Lo spagnolo ha sottolineato come il team sia consapevole dei diversi problemi riscontrati nel corso dell’anno, che potrebbero però essere ammorbiditi su un circuito dalle caratteristiche favorevoli

È una Ferrari a due facce quella che scenderà in pista a Monza: da un lato una vettura in difficoltà, dall’altro un grande lavoro già in corso per il 2024

La Ferrari sta lavorando al concept della vettura 2024. Ormai è una frase che, nel corso degli anni, abbiamo sentito ripetere parecchie volte. Ci abbiamo quasi fatto l’abitudine. A quanto pare, però, questa volta le cose sembrerebbero diverse. Da quanto emerso dopo le dichiarazioni di Carlos Sainz a Sky Sports, la scuderia avrebbe “iniziato a capire di cosa si tratta“, ovvero avrebbe individuato il problema principale che in questo 2023 ha portato la monoposto ad arrancare. Tuttavia, non avendo il margine di tempo necessario per apportare le dovute evoluzioni, il team di Maranello ha riversato le proprie forze e speranze nel prossimo anno.

Come visto a Zandvoort, in alcune condizioni la vettura tende a faticare e a non essere del tutto prestazionale. In Olanda, infatti, Sainz non è andato oltre il quinto posto, combattuto con le unghie e con i denti fino alla fine della gara. “Sappiamo che le cose devono cambiare il prossimo anno“, ha sottolineato lo spagnolo della Ferrari. “Ma per quest’anno su circuiti come quello di Zandvoort, in condizioni ventose e con carico aerodinamico alto, sappiamo di essere semplicemente più lenti“.

Tuttavia, Sainz ha voluto spezzare una lancia a proprio favore e a favore di tutti gli uomini e le donne impiegati dentro e fuori la pista. Del resto, la Ferrari si è trovata a battagliare con monoposto più veloci su quella tipologia di pista, com’è stata per esempio la Mercedes di Lewis Hamilton. Ma lo ha fatto ben consapevole che il proprio ritmo “non era lontanamente vicino a quello necessario per guadagnare la quinta posizione“. Elemento questo che secondo Sainz ha comunque valorizzato il lavoro di squadra, nonostante si sia trovato nella condizione di dover combattere fino alla fine.

LE PREVISIONI PER IL GRAN PREMIO DI CASA

Nonostante le difficoltà incontrata a Zandvoort, lo spagnolo guarda fiducioso al Gran Premio di Monza. Lo spagnolo nutre sensazioni positive in vista del weekend, su una pista molto diversa da quella di Zandvoort che per la Ferrari potrebbe significare ottenere un podio come quello conquistato a Spa. “[…] Mi aspetto qualcosa di meglio perché a Spa, per esempio, eravamo più veloci di quello che siamo stati a Zandvoort. E onestamente penso che su piste a basso carico potremmo migliorare e tornare a una nostra posizione normale“.

Il GP all’Autodromo di Monza è sicuramente di fondamentale importanze per la Ferrari, e forse le parole dello spagnolo sono frutto anche dell’entusiasmo che spesso provoca il circuito su cui si disputerà la prossima gara. Dall’altro lato, come ha accennato anche il team principal della scuderia, ogni weekend la Ferrari deve ripartire da zero. In questo mondiale, al netto delle prestazioni di Max Verstappen, è difficile sapere chi sarà o meno davanti. Di conseguenza, in casa Ferrari, cercheranno di adottare questo elemento come punto di partenza per il prossimo weekend.

Anna Vialetto

Anna è sinonimo di determinazione, concentrazione e curiosità. Ho sempre studiato e lavorato per rincorrere e realizzare i miei sogni, con l'obiettivo di concretizzarli in quella che è la mia più grande passione: l'automotive. La Formula 1 per me è parte integrante della mia personalità: il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo centimetro, la velocità delle monoposto. Ma soprattutto, tutto il mondo che sta dietro allo spettacolo in pista: l'organizzazione, la comunicazione, il marketing, l'energia...la stessa che, fin da quand'ero bambina, mi ha portata a coltivare questo grande amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio