Formula 1Mercato Piloti F1

Russell: se necessario in Williams anche nel 2022

L’inglese meriterebbe la Mercedes, ma se non si liberassero sedili, non avrebbe problemi a continuare a Grove

Senza dubbio è uno dei giovani più talentuosi della griglia, ma per vedere Russell in un top team, probabilmente bisognerà aspettare ancora un po’

George Russell non ha fretta di andare in Mercedes. Sebbene l’inglese meriterebbe un sedile nel top team, se a Brackley decidessero di confermare ancora una volta Valtteri Bottas, George non avrebbe problemi a proseguire con la Williams. In Bahrain, quando è stato chiamato a sostituire Lewis Hamilton, ha mostrato, che talento e personalità di certo non gli mancano, andando vicino alla vittoria, alla primissima gara in Mercedes.

Ora il futuro di Russell è nelle sue mani, in quelle della Mercedes e in quelle di…Valtteri Bottas. Già, perchè se il finlandese riuscisse finalmente a fare il salto di qualità, magari Toto Wolff potrebbe decidere di confermarlo ancora una volta. Giudicando, però, le scorse stagioni, riesce difficile immaginarsi un Bottas diverso, meritevole del posto più di un giovane Russell scalpitante.

Altro parametro da tenere in considerazione è il cambio regolamentare del 2022. Con macchine completamente diverse l’egemonia Mercedes non è più garantita e allora ecco, che confermare una line-up più che consolidata potrebbe garantire diverse garanzie in termini di stabilità. In sostanza George Russell deve prepararsi a qualunque evenienza, compresa quella di rimanere per il quarto anno di fila nel limbo delle retrovie.

2022: INCOGNITA HAMILTON

Attenzione a Lewis Hamilton. Il sette volte campione del mondo ha rinnovato per una sola stagione e non è detto che a fine anno, specie se con l’ottavo titolo in tasca, abbia voglia di proseguire. In tal caso, Russell avrebbe via libera a Brackley.

Infine va considerata anche l’opzione Max Verstappen: l’olandese vuole il Mondiale e se con Red Bull non dovesse farcela, di sicuro una telefonatina a Toto Wolff. In quel caso sarebbe un duello parecchio difficile.

Comunque non siamo nemmeno all’alba del nuovo campionato ed è presto per queste speculazioni, anche perchè come al solito, si spera, sarà il cronometro ad influenzare le scelte di mercato.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.