DichiarazioniFormula 1

Russell: “Non chiamateci supereroi, siamo normali”

Il pilota inglese alla vigilia della sua seconda stagione in Formula 1, racconta che l’essere pilota ufficiale non lo rende una persona diversa

Russell ha fatto il suo esordio in Formula 1 nella stagione 2019 con la Williams, trovandosi come compagno di squadra, Robert Kubica. Purtroppo la vettura ed un team in difficoltà, non gli ha permesso di raccogliere quanto avrebbe voluto, in termini di prestazioni e punti

La scorsa stagione ha visto esordire in Formula 1, George Russell con la Williams dopo aver vinto il Campionato GP2 (oggi Formula 2).

Un esordio non particolarmente di successo per il Britannico, a causa di una vettura risultata non competitiva, ed un team in difficoltà, tanto che è stato l’unico pilota ad non aver ottenuto un punto in classifica, malgrado avesse più volte battuto il compagno di squadra, Robert Kubica.

George Russell si appresta ad affrontare, una nuova stagione con la Williams, trovandosi come compagno di squadra, Nicholas Latifi, l’unico ‘rookie’ della griglia 2020.

IL PILOTA DELLA WILLIAMS #63: “IL MIO OBIETTIVO È SEMPRE QUELLO”

Per Russell, questa sua seconda stagione da pilota titolare in Formula 1, rappresenterà un anno in cui farà il suo lavoro, cercando di fare del suo meglio.

“In realtà non ha cambiato la mia vita, come molte persone potrebbero pensare. Sono sempre lo stesso ragazzo, che cerca di rimanere con i piedi per terra, ha così spiegato George Russell a RaceFans.net.

Penso che quando siete a casa e guardate questi ragazzi in televisione, pensate che loro siano dei supereroi e quindi intoccabili. Ma, in realtà, loro sono semplicemente dei ragazzi normali”.

“Partecipo ad ogni gara, con lo stesso obiettivo di sempre, ovvero quello di fare del mio meglio. Ovviamente, in Formula 1 questo rappresenta una scala molto più ampia. Per me essere in Formula 1 è un sogno, ma in generale penso che la parte sorprendente è che tutti noi, siamo degli esseri umani normali,” ha poi così concluso con la sua spiegazione, il giovane pilota inglese.

SIMPATICO SIPARIETTO SU INSTAGRAM TRA I GIOVANISSIMI PILOTI DELLA F1

Di recente, Russell è stato protagonista di un simpatico siparietto su Instagram. Il pilota della Williams ha pubblicato un post, mostrando un’anteprima del telaio 2020. Come prova di quanto normale siano i piloti, il post è stato visualizzato dai suoi colleghi e compagni in Formula 1, tra i quali Lando Norris e Alexander Albon.

“Che cosa trovo di peggio, è un dato di fatto, che tu abbia chiesto al tuo fotografo di scattarti la foto…” ha commentato Lando Norris.

Alex Albon ha voluto sapere, se abbia dimenticato il sua “maglia sottotuta ignifuga a casa”, al quale Russell ha risposto: “Mia madre non prepara la mia borsa a differenza di te”.

Infine, Albon ha prontamente risposto con: “Ma almeno lei non mi ha tagliato i capelli”.

https://www.instagram.com/p/B8URpGiBHv8/?utm_source=ig_web_copy_link

 

Topics
Pubblicità

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, nata nel 1986, e residente a Fermo nelle Marche. Diplomata in Perito del Turismo, e con ottime conoscenze di lingue straniere: Inglese, Francese, Spagnolo. La Formula 1 è una delle mie più grandi passioni, che seguo dal 1998. Grazie ai suoi protagonisti, piloti, monoposto, team ne sono rimasta talmente stregata, tanto da spingermi a scrivere, raccontarla e viverla attivamente, sognando e sperando di poter un giorno incontrarli, e diventarne parte, e magari in un lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close