DichiarazioniFormula 1

Russell: “La Mercedes non avrebbe potuto fare altro”

Il pilota della Williams spera in un suo futuro approdo nel team di Stoccarda, ma rispetta la decisione della sua squadra

George Russell ammette l’interessamento della Mercedes su di lui, ma dichiara che non c’era niente che potesse fare, in quanto la Williams non lo avrebbe lasciato andare

Durante il Gran Premio d’Ungheria, la Williams ha ufficializzato la sua line-up per la stagione 2021: a correre per la scuderia di Grove saranno i suoi due attuali piloti, Nicholas Latifi e George Russell. Quest’ultimo, è stato ingaggiato dalla Williams nel 2019 (anno del suo esordio in Formula 1). Al  suo debutto, ha subito impressionato gli addetti ai lavori per le sue spiccate doti velocistiche.

Il pilota britannico ha infatti ripetutamente battuto il suo compagno di squadra in qualifica, anche se a differenza sua, non è mai riuscito a conquistare punti in gara. Anche Toto Wolff ha notato le qualità del giovane pilota inglese e non ha nascosto il suo interessamento per lui. Il Team Principal Mercedes però, ha preferito confermare per il 2021 Valtteri Bottas. L’ufficialità del prolungamento di contratto è ormai questione di giorni.

LE SUE DICHIARAZIONI

La decisione della Mercedes ha scongiurato quindi ogni possibilità per Russell di poter affiancare Lewis Hamilton per la prossima stagione. Il pilota inglese, già facente parte del programma giovani del Team di Stoccarda, sperava in un suo possibile approdo nella scuderia tedesca. Nonostante la possibilità sfumata, non si è detto deluso in merito.

Il rookie 2019, ha infatti affermato che la Williams non lo avrebbe mai lasciato andare. No, non sono affato deluso della Mercedes, ha dichiarato su ESPN il britannico. “Non c’era altro che potesse fare. Claire è stata molto ferma nella sua decisione di non lasciarmi andare e dato che ho un contratto con la Williams, devo rispettare quella decisione“, ha concluso il pilota.

 

Rosario Busacca

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button