DichiarazioniFormula 1

Ricciardo: “Ci sono dei miglioramenti”

L’australiano ha apprrezzato le novità introdotte sulla nuova RS20

L’alfiere della Renault si è dichiarato soddisfatto per i tempi ottenuti e per il lavoro svolto durante i test

Daniel Ricciardo ha concluso le due settimane di test invernali col quarto miglior tempo assoluto, fatto registrare venerdi con mescola C5, la più morbida, in 1’16″276. L’ australiano ha specificato che comunque è molto difficile leggere i tempi dei test, a causa dei diversi piani di lavoro dei vari team. Ad ogni modo, il quarto tempo finale è una bella spinta.

“Sappiamo di non essere veloci come le Mercedes, dunque non so cosa stessere facendo”, ha affermato Ricciardo agli inglesi di Motorsport.com, “Non sono eccitato per la P1 (conquistata nella mattinata di venerdi), ma di certo, se pur avendo la C5 fossimo finiti sesti, sarei sicuramente rimasto deluso”.

“È bello, almeno abbiamo fatto un buon giro. Siamo riusciti a usare una buona gomma relativamente bene. Quindi ci sono degli aspetti positivi.  Stiamo facendo questo da un bel po’ di tempo. Probabilmente non saremo cosi competitivi a Melbourne, ma è positivo per noi vedere che abbiamo ottenuto un tempo veloce”.

Inoltre l’ex Red Bull, non credeva sarebbe riuscito a battere il record di Bottas di 1’15″732, sostenendo che si sarebbe potuto migliorare di pochissimo. “Un decimino l’avrei potuto recuperare, ma recuperare 3 decimi, per scendere sotto l’1’16 era davvero impossibile”.

“Ho fatto un buon passo dalla prima mescola C5 alla seconda, penso di aver trovato due o tre decimi. Forse potrei trovarne un altro paio con un altro set. Abbiamo fatto bene per quello che abbiamo”.

Daniel Ricciardo ha notato una serie di miglioramenti chiave nella nuova Renault RS20 rispetto alla vettura dello scorso anno. Inoltre ha potuto apprezzare una ritrovata affidabilità, che gli ha permesso di chiudere la sei giorni di test senza problemi.

Ricciardo ha notato una serie di miglioramenti chiave nella nuova Renault RS20 rispetto alla vettura dello scorso anno e ha salutato la maggiore affidabilità della vettura dopo una pre-stagione relativamente senza problemi. “Penso che abbiamo migliorato l’equilibrio generale della nostra auto. Sento che la parte posteriore per ora è migliore e poi siamo in grado di uscire più forte dalle curve di media velocità”.

“Ci sono sicuramente miglioramenti. Finora, per quanto riguarda l’affidabilità e le cose, siamo forti. Questo è qualcosa che so che la Renault stava davvero spingendo per migliorare quest’anno. Fin qui tutto bene”.

 

 

Pubblicità

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button