DichiarazioniFormula 1Test Bahrain

Renault testa i suoi piloti Academy in Bahrain

Lundgaard, Zhou e Piastri proveranno la Renault R.S.18 sul circuito mediorientale a fine ottobre; il team di Estone prepara la sua nuova generazione di piloti

La Renault darà la possibilità ai piloti dell’Academy di testare la monoposto del 2018 in un quattro giorni di test presso il Bahrain International Circuit.

Il team di Estone darà la possibilità ai suoi piloti dell’Academy di provare la R.S.18 sul circuito del Bahrain questo fine mese e l’inizio del prossimo. La Renault crede nei suoi giovani piloti e ha intenzione di prepararli al meglio per un futuro posto in Formula 1. Tra i giovani dell’Academy Renault saranno presenti i due piloti di Formula 2 Christian Lundgaard e Guanyu Zhou e il fresco campione di Formula 3 Oscar Piastri.

Il primo a provare la R.S.18 sarà Christian, il 29 ottobre. Attualmente quarto nel campionato della serie cadetta, sarà la sua terza volta al volante di una Formula 1. Il 30 ottobre sarà la volta di Oscar Piastri, al suo debutto assoluto su di una monoposto della classe regina. L’australiano sta vivendo un periodo di grandi successi, dopo aver vinto la Formula Renault Eurocup nel 2019 e il campionato di F3 quest’anno. Infine, nei giorni 1 e 2 novembre toccherà al collaudatore Renault Guanyu Zhou a sfrecciare sulla R.S.18.

LE PAROLE DEL DIRETTORE DELLA RENAULT SPORT ACADEMY

“I test in Bahrain fanno parte del piano pianificato che l’Academy ha sviluppato ogni anno negli ultimi 3 anni. E’ una buona opportunità per noi per mostrare i progressi e il livello dei piloti dell’Accademia. Christian e Zhou proveranno la RS18 per la seconda volta, mentre per Oscar sarà la prima esperienza in una vettura di F1 come ricompensa per aver vinto il titolo di F3 e per i suoi continui progressi all’interno dell’Academy”, ha dichiarato Mia Sharizman, il direttore della Renault Sport Academy.

“Il programma di giorni di test varia a seconda dell’esperienza, quindi per Oscar si tratterà di prendere velocità e prendere confidenza con la macchina. Per Zhou e Christian, i loro test saranno come un vero weekend di corse, con simulazione allenamento, qualifiche e gara”, ha concluso Sharizman, descrivendo il test del Bahrain.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.