DichiarazioniFormula 1

Red Bull, questione budget cap, per Ferrari: “Troppo poco”

L’ingegnere della Rossa si apre ai microfoni della stampa parlando delle penalità inflitte alla scuderia di Milton Keynes per il caso budget cap

Decisione giunta per la scuderia della Red Bull, da parte della FIA sembrerebbe la giusta penalità per il caso budget cap, diverso invece per Laurent Mekies, ingegnere Ferrari.

Grande agitazione per il Gran Premio del Messico, che accoglie le scuderie del circus in preda alla confusione. La scorsa settimana è stata chiusa con una lunga pausa di riflessione da parte della FIA, che chiedeva maggior tempo a disposizione per riflettere su una serie di anomalie fiscali ritrovate per la scuderia di Milton Keynes. Una delle tante scuderie scontente delle penalità arrivate per la Red Bull è stata la Ferrari, che, come riportato dai microfoni di RacingNews365, si sarebbe espressa sulla questione budget cap attraverso la voce di Laurent Mekies.

Ad accompagnare la scuderia della Red Bull ci sarebbe anche Aston Martin, la quale sarebbe accusata di violazioni procedurali. Sta di fatto che la pausa di riflessione, poco giovato sulle sagge decisioni da parte della Federazione, che ad oggi chiude un occhio sullo sforamento del budget attraverso un patteggiamento.

Le parole di Mekies: ma penalità influirà davvero?

Ma ad aprirsi sulla questione ‘budget cap’ della Red Bull è di nuovo l’ingegnere Ferrari Laurent Mekies che esordisce cosi: “Dobbiamo andare avanti. La penalità è quella che è, sicuramente sentiamo che sia troppo riduttivo. Non sentiamo che lo sforamento del budget sia stato compensato con una giusta punizione. In questo modo sono liberi di spendere determinate cifre su qualsiasi altra cosa.”

“Certo sicuramente avranno meno da spendere sulla galleria del vento, data la riduzione del 10% . Ma comunque troveranno il modo di spendere quei soldi da un altra parte, se sommiamo tutto dunque, l’impatto della penalità sarà davvero piccolo. Certo è che dobbiamo andare avanti, la situazione è questa per ora.”

Infine l’ingegnere della scuderia del Cavallino Rampante chiude la questione del budget cap Red Bull con un ultima dichiarazione: “L’importante è che sia tutto chiaro. L’unica cosa che possiamo fare ora è supportare la FIA e fare in modo che le prossime decisioni siano più tempestive. Magari senza aspettare ottobre dell’anno prossimo per sapere com’è andata la stagione 2022.”

Vittoria Vocino

Vittoria Vocino

Nata nel 2002, studentessa di Comunicazione e Giornalismo, contraddistinta da attitudine propositiva e sempre aperta alle sfide, con una proiezione professionale verso il mondo del motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button