DichiarazioniFormula 1

Raikkonen su Vettel: “Non è stato un fallimento in Ferrari”

Iceman è tornato sulle recenti dichiarazioni del tedesco, dando la sua opinione sul concetto stesso di fallimento

LA DURA AUTOCRITICA DI VETTEL

Raikkonen, durante il podcast “The Grid” ha voluto spezzare una lancia a favore di Vettel che aveva definito “Un fallimento” la propria avventura in Ferrari. Le parole di Sebastian erano state lapidarie: “Dal primo momento che abbiamo lavorato insieme abbiamo sempre provato a lottare per il campionato e lo abbiamo fatto in diverse occasioni”. Il quattro volte campione del mondo continuava: “Non siamo riusciti a vincere il mondiale, per cui è da considerarsi un fallimento”. Kimi rimane infatti l’ultimo pilota ad aver vinto un mondiale con scuderia di Maranello, nel 2007, per diversi motivi. Con la sua solita flemma, però, Raikkonen ha voluto rincuorare Vettel criticando l’idea stessa di fallimento.

RAIKKONEN A VETTEL: “TUTTI IN GRIGLIA PER VINCERE, NON RIUSCIRCI NON E’ NECESARIAMENTE UN FALLIMENTO”

Il finlandese ha infatti ammesso che possono esserci svariate ragioni per il mancato raggiungimento dei propri obiettivi. “Siamo tutti qui per vincere e, se non lo fai, in parte è da considerarsi un fallimento”. L’ex ferrarista sottolinea, però, che molte volte non si è padroni del proprio destino. Possono subentrare centinaia di fattori avversi che si frappongono fra noi e i nostri traguardi. “Non lo intendo in maniera negativa (il fallimento, ndr) perché ci sono infiniti motivi per cui un pilota può non riuscire a vincere” ha dichiarato Iceman. “That’s just what happens sometimes” ha affermato. Come a dire “Capita, bisogna farsene una ragione“.

Raikkonen Vettel fallimento Iceman Out
Credit: Alfa Romeo Racing ORLEN Press Area

KIMI, SEMPLICEMENTE ICEMAN

Del resto Raikkonen lo abbiamo conosciuto così. Freddo, glaciale, cinico, soprattutto, diretto. E diciamocelo, non si è mai preso nemmeno troppo sul serio. Come non ha mai preso sul serio il mondo della Formula 1, da cui infatti ora prende le distanze. Difficilmente infatti lo rivedremo nel Paddock. Mai banale Kimi, dicono in molti. E invece la grandezza di Iceman è la sua banalità. Non vinci? “Capita”. E’ per questo che i tifosi lo amano. Perché dice verità attraverso l’arte della semplicità. E come puoi non volere bene a uno così?

Articolo di Diodati Gabriele

 

 

 

Gabriele Diodati

Laureato in Giornalismo, appassionato di di sport e di tutto quello che riguarda i motori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.