Formula 1

Racing Point taglia gli stipendi causa Coronavirus

Anche la scuderia di Silverstone decide di ridurre i compensi di piloti e collaboratori, per fronteggiare la crisi dovuta al Covid-19

La scuderia Racing Point, guidata da Lawrence Stroll, si unisce all’ERTE, e Pérez e Stroll abbassano i loro salari

La crisi causata dall’epidemia di Coronavirus non sta risparmiando nessuno. Il mondo della Formula 1, e del Motorsport in generale, sta pesantemente risentendo il contraccolpo economico causato dalla diffusione del virus. Notizia dell’ultim’ora, Racing Point si unisce all’ERTE. In poche parole, a causa dell’esistenza di cause di forza maggiore temporanea, il datore di lavoro può decidere di sospendere i contratti di lavoro o ridurre stipendi ed orario di lavoro attraverso il meccanismo dell’ Expediente de Regulación de Empleo Temporal (ERTE). 

Racing Point è la terza squadra a licenziare temporaneamente alcuni dei suoi lavoratori a causa della crisi data dal Coronavirus. Il team di Silverstone si unisce così alla stessa misura adottata da McLaren e Williams. Anche i piloti sono coinvolti. Secondo un portavoce del team, “Parte dello staff riceverà un ERTE“. Sergio Pérez e Lance Stroll “Abbasseranno volontariamente i loro stipendi”.

ASTON MARTIN NEL 2021

I leader dei marchi che compongono il Grand Circus stanno negoziando una nuova cifra per il limite di budget che entrerà in vigore nel 2021. Tutto indica che i 154 milioni di euro inizialmente previsti saranno ridotti per risparmiare squadre con meno risorse. Secondo le informazioni della stampa italiana, Ferrari e Red Bull sarebbero invece contrarie alla riduzione del limite di budget. Da parte sua, Mercedes invece sostiene un blocco guidato da McLaren che richiede una riduzione a 90 milioni di euro.

Nel 2021 Racing Point opererà un ulteriore cambiamento: diventerà, infatti, il team ufficiale Aston Martin. Il marchio britannico darà il suo nome alla scuderia di Stroll che continuerà a mantenere il motore Mercedes e la sede a Silverstone, in Gran Bretagna. Lawrence Stroll vuole, infatti, porre le basi per una squadra capace di dar fastidio ai team di punta ed essere vincente. 

Topics
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close