DichiarazioniFormula 1Gran Premio Qatar

Qatar: ultime modifiche per ospitare la Formula 1

A Losail sono in atto gli ultimi lavori per adattare il circuito al passaggio delle Formula 1

La terzultima tappa del mondiale vedrà il debutto in Formula 1 del GP del Qatar, sul circuito di Losail

Il Qatar si sta preparando ad accogliere la Formula 1 il prossimo 21 novembre. Il circuito di Losail è uno di quelli di nuova generazione con un’omologazione FIA di grado 1 e dal 2004 ospita la MotoGP. Nel 2009 ha ospitato anche una tappa della GP2 asiatica, con vittoria di Sergio Perez. Tuttavia è necessaria qualche piccola modifica affinché il weekend di Formula 1 possa filare in modo tranquillo.

Michael Masi aveva già svolto un’ispezione in Qatar dopo il GP d’Ungheria con Steve Nielsen, direttore sportivo della FOM, quando le contrattazione per la disputa del Gran Premio erano appena iniziate. Come anticipato, nonostante la pista sia di ultima generazione, necessita di qualche modifica, specialmente nell’ingresso in pit lane.

PIT LANE OGGETTO DELLE MODIFICHEQatar: ultime modifiche per ospitare la Formula 1

“L’accesso ai box”, ha spiegato Masi, E’ cambiato molto rispetto a quello percorso dalle moto a inizio stagione. Quel lavoro è già stato quasi completato. Il disegno della corsia è molto diverso da quello approvato dalla MotoGP e dalla FIM: gli organizzatori del GP hanno dovuto fare degli interventi in un lasso di tempo molto ristretto”.

Masi e Nielsen faranno di nuovo tappa a Losail nei prossimi giorni prima di partire per gli Stati Uniti. “Ci hanno assicurato che quasi tutti i lavori sono stati ultimati e la cosa importante è stata che il tracciato mantenesse i requisiti di sicurezza richiesti dalle moto, come le barriere Tecpro. Sono stati installati una serie di doppi cordoli. Ovviamente la pista mantiene la sua matrice motociclistica, ma sono stati introdotti dei salsicciotti alla corda delle curve per evitare dei tagli e numerose barriere sono state ricollocate”.

Ciò che invece non è stato modificato è l’edificio che ospita i box. “Ce n’è più che a sufficienza. Ci sono circa 40 garage e mentre eravamo lì, ne avevano già finiti altri 10. E, quindi, con 50 garage in corsia box c’è uno spazio più che sufficiente”. Sono stati realizzati anche nuovi edifici che ospiteranno le hospitality nel paddock, ma queste costruzioni non sono soggette a controlli della FIA.

Gabriele Gramigna

Mi chiamo Gabriele, sono un ragazzo molisano e studio chimica all'università di Padova. Dal 2018 scrivo per F1World, cercando di trasmettere la mia passione per la Formula 1 in tutti i miei articoli.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.